Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàCERANO: IL MINISTERO DELLA SALUTE SI SCHIERA DALLA PARTE DEI SINDACI DEL NORD SALENTO

CERANO: IL MINISTERO DELLA SALUTE SI SCHIERA DALLA PARTE DEI SINDACI DEL NORD SALENTO

CERANO: IL MINISTERO DELLA SALUTE SI SCHIERA DALLA PARTE DEI SINDACI DEL NORD SALENTO

CERANO-1-678x381

Nessuno di chi lotta da tempo contro il rinnovo dell’autorizzazione integrata ambientale alla Federico II, la famigerata centrale Enel, si aspettava che un assist alle proprie tesi potesse arrivare da un figura così importante come il Ministero della Sanità. Quanto è stato deciso da quel Dicastero, coglie tutti, favorevolmente e positivamente, di sorpresa tutti rinfocolando, ove ce ne fosse bisogno, lo spirito battagliero che anima il territorio del nord Salento contro la centrale a carbone di Cerano.

il dicastero che fa capo alla ministra Beatrice Lorenzin si mettesse di traverso in questa fase delicatissima, quella del rinnovo dell’autorizzazione integrata ambientale alla Federico II.

In conferenza dei servizi, infatti, ha espresso sì il suo assenso, ma “a condizione che il parere istruttorio conclusivo trasmesso dalla Commissione istruttoria sia integrato con le analisi relative agli impatti sulla salute sia all’interno (dei lavoratori) sia all’esterno (abitanti delle zone limitrofe), corredate con le eventuali ed ulteriori prescrizioni a maggiore tutela della popolazione e dei lavoratori”. È quanto contenuto nel parere a firma della dirigente Tommasina Mancuso, in contrapposizione rispetto a quanto previsto, invece, dal Ministero dell’Ambiente.

Per Egidio Zacheo, sindaco di Campi, il primo passo è far giungere a Roma la presa di posizione del territorio.Per il collega di Squinzano, Mino Miccoli, l’assist arriva in un momento clou, quello della discussione sull’offerta di spostare l’approdo del gasdotto Tap da Melendugno a Casalabate, a patto che, però, venga riconvertita a gas la centrale.

Nella giornata di mercoledì, tra l’altro, i sindaci dell’Unione dei Comuni del Nord Salento avevano avuto un incontro monotematico proprio su Cerano: stanno preparando un dossier per chiedere a Enel anche i danni in sede civile.La prossima settimana, inoltre, i sindaci torneranno in Procura, per chiedere conto di cosa è stato fatto dopo la presentazione del loro esposto congiunto sugli eventuali danni, sanitari in primis, derivanti dalla centrale.

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment