Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportCHIRONI: “SOGNO L’ESORDIO IN A CON IL LECCE”

CHIRONI: “SOGNO L’ESORDIO IN A CON IL LECCE”

CHIRONI: “SOGNO L’ESORDIO IN A CON IL LECCE”

Gianmarco Chironi è nato a Nardò il 7 settembre 1997  un salentino doc che sinora salvo l’esperienza di una stagione alla Virtus Verona (in prestito) ha sempre svolto la sua giovane carriera tra Nardò e Lecce. Oggi era l’ospite dei canali socil giallorossi. Chironi, attualmente, terzo portiere giallorosso ha parlato delle sue emozioni nel giocare per la maglia della sua squadra del cuore e delle caratteristiche del collettivo di Liverani.

Sulla quarantena.

“Trascorro questo periodo a casa, con la mia famiglia, rendendomi utile e disponibile, guardando serie tv ed ascoltando musica, le mie passioni. Mi alleno all’incirca due ore al giorno, il pomeriggio, su indicazione dello staff. Come a tutti mi manca la vita di tutti i giorni, viaggiare con la mia ragazza, uscire con gli amici ed il calcio, che spero possa ripartire in totale sicurezza”.

Rapporti con i compagni di ruolo e con i preparatori

“Con Gabriel e Vigorito mi trovo benissimo, sia in sede di allenamento che come amici. Sono due grandissimi portieri. Spesso usciamo anche tra di noi per fare ancor più gruppo. E poi c’è mister Sassanelli, bravissimo uomo e allenatore preparatissimo che ci fa lavorare tanto e bene, soprattutto nei dettagli”.

La sua carriera

“Dopo l’esperienza alla Virtus Verona, che mi ha fatto crescere tantissimo, sono tornato a Lecce dove ora faccio il terzo portiere. Pur non giocando sto migliorando, crescendo grazie ai compagni ed ai preparatori. Questa stagione in Serie A mi sta insegnando molto, così come ho appreso tanto negli anni delle giovanili giallorosse e nei successivi prestiti”.

Aspettative e sogno nel cassetto

“Il mio obiettivo, il mio sogno da sempre è quello di esordire con il Lecce in Serie A. Giocare con la maglia della mia città, della squadra che tifo, è già stata una grandissima, immensa soddisfazione. A partire da quell’indimenticabile esordio in Coppa a Matera. Se poi non dovessi scendere in campo in A pazienza, viverla così è già bellissimo”.

Lo spogliatoio

“La forza del collettivo è, e non solo da quest’anno, la forza del Lecce. Poi è chiaro che in questa categoria bisogna anche curare i dettagli, ridurre al minimo gli errori dopo averli analizzati. Per queste ragioni sono abbastanza positivo per l’eventuale ripresa del campionato“.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment