Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportCHRISTIAN MAGGIO: “Vengo a Lecce con tanto entusiasmo e pronto dare il contributo alla squadra”

CHRISTIAN MAGGIO: “Vengo a Lecce con tanto entusiasmo e pronto dare il contributo alla squadra”

CHRISTIAN MAGGIO: “Vengo a Lecce con tanto entusiasmo e pronto dare il contributo alla squadra”

Con la presentazione di Christian Maggio, l’ultimo acquisto in ordine di tempo dell’U.S. Lecce al calciomercato invernale, ingaggiato per sostituire l’infortunato Claud Adjapong, il direttore Corvino ha terminato di fare questa funzione, almeno per questa stagione. L’ex terzino destro del Benevento ha scelto la maglia numero 2.

Corvino che, tra l’altro, ha colto l’occasione per fornire alcuni chiarimenti su presunte operazioni di mercato e sulla posizione di Stefano Pettinari: “Tutte quelle circolate in queste ultime ore sono voci prive di fondamento sia su giocatori in entrata che in uscita, perciò le smentisco. Inoltre, per quel che riguarda Pettinari, non ho mai detto che è un elemento fuori rosa, ma che per il futuro è un calciatore che non rientra nei nostri piani, ma sarà a disposizione dell’allenatore (contratto in scadenza a fine a giugno, ndr)”.

Ritornando sull’argomento del giorno, Corvino ha detto: “Sono sincero: il suo arrivo mi inorgoglisce. È un giocatore che conosco molto bene come caratteristiche tecniche, tattiche e fisiche, ma anche perché il nostro sforzo è trovare persone perbene come Christian. Bastano i numeri della sua carriera per presentarlo: 34 presenze in Nazionale, oltre 300 in Serie A, anche quello di B è un campionato che conosce molto bene per averlo vinto col Benevento. Portarlo a Lecce significa aver garantito tanta esperienza. Non ci aspettavamo un infortunio tanto grave per Adjapong, ma subito ho pensato a Maggio per caratteristiche e vocazioni che il nostro allenatore richiede. Appeno l’ho chiamato l’ho messo in difficoltà facendo pesare il nostro precedente vissuto nel rapporto nella Fiorentina. Una scelta che ci fa ben sperare per il futuro”.

Da parte sua, Maggio ha voluto ringraziare Corvino per le parole spese e che ha piacere nel ritrovare a Lecce: “Vengo a Lecce con tanto entusiasmo e positività, elemento che mi porto appresso ogni giorno ed anche in questa esperienza. È una società ambiziosa ed a me piacciono molto; una società seria che sta investendo sui giovani che è un passaggio importante per raggiungere grandi obiettivi. Spero di dare un contributo importante a tutto il gruppo per ottenere traguardi importanti”.

“Il numero di maglia? ho sempre scelto il numero 11, che qui è già di Adjapong, così ho optato per un altro che per me è altrettanto importante, ossia il 2, che è il numero con cui sono cresciuto da piccolo. Mi piace e me lo tengo stretto ora che sono qui a Lecce e dove l’ho ritrovato. In passato ho avuto modo di affrontare il Lecce diverse volte ed è sempre stata una squadra importante, attenta, difficile da giocarci contro, con giocatori importanti che ti potevano mettere in difficoltà”

“Con il Lecce è stata una trattativa lampo. Con mister Corini ricordo di averlo affrontato da avversario nei tempi del Chievo e mi sono rimaste impresse le sue doti tecniche. Mi fa piacere ritrovarlo a Lecce. A convincermi ad accettare la chiamata è stata la possibilità di dare nei prossimi quattro mesi la mia esperienza. L’opzione per l’anno prossimo è qualcosa a cui al momento non guardo. La voglia è tanta e voglio metterla in campo. Ho già seguito qualche partita del Lecce anche perché ci gioca il mio vecchio compagno Massimo Coda e mi è piaciuto come interpreta il calcio. La B è strana e serve avere continuità. Se non ce la faremo ad andare in A quest’anno, qui c’è un progetto triennale e arriverà più avanti, ma di certo il Lecce ha tutte le carte in regola per disputare un torneo da protagonista. È sempre difficile proporsi quando si retrocede ma qui ci sono tanti giovani che hanno voglia di affermarsi. Io, nonostante sia prossimo ai 39 anni, ho un segreto: non mollare mai. Gli stimoli ci sono ancora ed a me piace giocare con i giovani”.

(Fonte foto: USLECCE)

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment