Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliCIRCONAUTA FESTIVAL INTERNAZIONALE CIRCO CONTEMPORANEO E DI STRADA – VIII EDIZIONE

CIRCONAUTA FESTIVAL INTERNAZIONALE CIRCO CONTEMPORANEO E DI STRADA – VIII EDIZIONE

CIRCONAUTA FESTIVAL INTERNAZIONALE CIRCO CONTEMPORANEO E DI STRADA – VIII EDIZIONE

Centro storico di Nardò (Lecce) – 24 giugno / 03 luglio 2022
Torna il Circonauta Festival nel palcoscenico a cielo aperto del centro storico di Nardò (Lecce), che ospiterà, nelle sue più belle piazze, il grande circo contemporaneo dal 24 giugno/03 luglio 2022.
Il Festival, si assesta come il più rappresentativo per il sud Italia riguardo il Circo Contemporaneo ed è anche vetrina per assistere ad eventi esclusivi e prime nazionali favorendo anche la circuitazione e la diffusione degli spettacoli proposti.

Torna il Circonauta Festival nel palcoscenico a cielo aperto del centro storico di Nardò, che ospiterà, nelle sue più belle piazze, il grande circo contemporaneo. Gli organizzatori, Marinella Mazzotta, Marco De Paola e Gianluca Marra, sottolineano come “il Festival sia diventato un appuntamento fisso nella stagione pugliese, che attira ormai un alto numero di pubblico nel territorio neretino, fungendo da volano per il turismo destagionalizzato, assestandosi come il Festival di Circo Contemporaneo più̀ esclusivo del sud Italia, divenendo anche vetrina per assistere ad eventi unici ed a prime nazionali. Inoltre, favorisce la circuitazione e la diffusione degli spettacoli proposti, grazie all’intervento degli operatori di settore. Ciò̀ si è potuto realizzare grazie ad un intenso lavoro di ricerca ed organizzazione che dura tutto l‘anno e la collaborazione col Teatro Pubblico Pugliese, che ci sostiene da anni, ci permette una proposta di largo respiro ed una selezione sul cartellone di caratura artistica molto elevata. Come ogni anno il Festival intende stimolare la riflessione su temi sociali, quest’anno l’edizione del Festival è #femminile. È necessaria una concreta attenzione sul tema della disparità di genere, che decostruisca gli stereotipi di una società ancora impregnata di elementi patriarcali. Per questo motivo sono invitate anche associazioni che operano sul territorio per tutelare le donne dalle violenze perpetrate nei loro confronti; associazioni che si spendono da anni con lavori di sensibilizzazione nel mondo della cultura con produzioni uniche ed originali di grande impatto emotivo”, conclude Marinella Mazzotta.

“Circonauta renderà omaggio alla forza delle donne e al valore aggiunto che esse donano al mondo in cui viviamo, con la loro forza, intraprendenza e sensibilità. #Femminile perché il cartellone è prevalentemente femminile e tutte le attività che si svolgeranno durante la manifestazione celebreranno la femminilità sotto vari aspetti, legati al mondo del circo e/o utili a conoscere realtà differenti dalla nostra quotidianità” prosegue Marco De Paola.

«Circonauta, festival internazionale di circo contemporaneo in Puglia, si conferma come eccellenza pugliese e come Teatro Pubblico Pugliese siamo molto contenti di continuare a collaborare con gli organizzatori e con il Comune di Nardò, nostro socio, che sostiene la manifestazione – commenta Sante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugliese -. Quest’anno siamo ancora più felici per il numero di presenze internazionali e nazionali di alto profilo previste e per la qualità espressa dalle proposte inserite nella programmazione».
«Tra le più significative – prosegue Gemma Di Tullio, responsabile programmazione Danza e Circo del Teatro Pubblico Pugliese – la star svizzera delle clownerie Gardi Hutter in esclusiva assoluta per Circonauta, il gruppo spagnolo di circo acrobatico Faltan 7 in esclusiva assoluta per Circonauta e al loro secondo passaggio assoluto in Italia e l’australiana Amelia, rappresentante della nuova corrente della clownerie al femminile drammaturgicamente ispirata ai temi sociali d’attualità. E siamo davvero orgogliosi della crescita e del consolidamento di questo appuntamento di circo contemporaneo che da quest’anno avvia un’importante collaborazione con la prestigiosa e celebre Scuola FLIC di Torino, una delle più importanti realtà per la diffusione del Circo Contemporaneo in Europa – conclude -. Dal 2022 infatti Circonauta diventa partner della Scuola Flic, offrendo le proprie piazze come vetrina per la promozione dei giovani talenti del circo italiano».
“Accanto alle splendide artiste già citate – illustra Gianluca Marra – il Festival vedrà la presenza di Marta Finazzi del Teatro delle Foglie, anche lei impegnata nei giorni del festival con un workshop sulle discipline aeree accanto a Gardi Hutter con il suo whorkshop sulla clownerie, la grande Teresa Bruno del Teatro C’Art, la surreale equilibrista Jorik, la dolcissima Camilla Pessi della Compagnia Baccalà, la cinica IlAria, insomma, tanti imperdibili spettacoli tenuti in piedi da grandissime artiste!”.
Accanto a loro, numerose sono le attività dedicate all’universo #femminile e previste nel cartellone, ad iniziare dalla deriva musicale “i Canti delle Sirene e dei Tritoni”, che vede la partecipazione delle frizzanti musiciste belghe ed anche un po’ gipsy Mamaliga Orkestar e il duo femminile Wunder Tandem.
Il Museo della Preistoria ospiterà l’imperdibile mostra fotografica “Les Artistes, sguardi nel circo al #femminile” dedicata alle donne nella storia del circo e le cine proiezioni “Storie di Circo”, una delle quali in collaborazione con Cinema del Reale con un film sulla famiglia Togni “Circle” di Valentina Monti e che celebreranno il percorso di affermazione ed emancipazione femminile nell’ambito di queste arti performative. La cooking class promossa da GAL – Terra d’Arneo, per la promozione e degustazione del pesce povero e del pescato locale.
Ed anche, i workshop di circo per adulti e bambini, il Mercatino del Palombaro, il percorso alla scoperta del territorio del parco di Portoselvaggio sulle orme di Renata Fonte.
Inoltre, in collaborazione con Università degli Studi del Salento dipartimento DAMS, presso le manifatture Knos di Lecce, si svolgerà il seminario “opinioni di una clownessa – dialogo con Gardi Hutter sul comico e la storia del clown” con la partecipazione di Leonardo Angelini, esperto di storia del circo contemporaneo. La partnership con FLIC- Scuola Nazionale del Circo di Torino, è una delle novità di questa VIII edizione: Circonauta sarà vetrina per alcune produzioni innovative e sperimentali della scuola, ospitandone gli allievi migliori.

Quest’anno Circonauta Festival invita il pubblico anche al Teatro Comunale di Nardò. Torna anche il Giardino Segreto del Circonauta e qui sarà possibile incontrare massaggiatori Shiatsu e Thai, lettura tarocchi e cristalloterapia, i laboratori per bambini a cura di Cirknos, che presenterà anche la nuova produzione dei giovani allievi della scuola di circo. Sarà possibile anche prendere un aperitivo ascoltando i “Canti delle Sirene e dei Tritoni”, all’ora del tramonto.

“Il ritorno del Circonauta nel centro storico ci fa enormemente felici. Perché siamo legati ormai a un evento bellissimo, che riempie piazze e vicoli con la magia del circo contemporaneo. Negli ultimi anni, tra le istantanee più belle dell’estate neretina, ci sono indubbiamente quelle del festival, con gli artisti che si esibiscono con lo sfondo di chiese e palazzi del cuore antico della città. Quest’anno, poi, il tema “femminile” ci spinge a una riflessione molto significativa sui temi della donna e della parità di genere. Siamo contenti che possa maturare a Nardò una consapevolezza diversa rispetto a una problematica molto attuale e molto complicata. Anche grazie al circo, a un’arte che ogni volta ci lascia a bocca aperta, che stupisce visitatori e turisti di Nardò e del Salento”, sostiene il Sindaco della città di Nardò Pippi Mellone. “L’Amministrazione Comunale è orgogliosa di ospitare il Circonauta Festival, che è ormai uno degli eventi più importanti e significativi per la crescita del territorio neretino; rappresenta una importante leva per la crescita e valorizzazione della comunità.” aggiunge l’assessore agli spettacoli del Comune di Nardò, Giuseppe Alemanno.

Circonauta è sostenuto dal Teatro Pubblico Pugliese, Regione Puglia, Consiglio Regionale Puglia e dalla Città di Nardò.

Il Festival si svolgerà̀ durante dieci indimenticabili giorni, durante i quali sarà̀ possibile accedere ad alcuni spettacolo con l’acquisto di un biglietto, per altri l’accesso sarà̀ gratuito.

Condividi con:

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment