Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaCOLLEGAMENTO CICLABILE TRA LECCE E CAMPUS ECOTEKNE: ANCORA NESSUNA RISPOSTA

COLLEGAMENTO CICLABILE TRA LECCE E CAMPUS ECOTEKNE: ANCORA NESSUNA RISPOSTA

COLLEGAMENTO CICLABILE TRA LECCE E CAMPUS ECOTEKNE: ANCORA NESSUNA RISPOSTA

Ad un mese di distanza dall’appello per un collegamento ciclabile tra il Campus universitario Ecotekne e Lecce, come per altro previsto dal Piano Quadro della Mobilità Ciclistica del 2011 ma mai realizzato, appello firmato da gran parte della comunità scientifica e da numerose associazioni e realtà che operano in città, nessuna risposta è pervenuta da parte dell’Amministrazione cittadina. Così come nessuna risposta è stata data alla richiesta di un incontro fatta pervenire sia alla segreteria dell’Assessore alla Mobilità Sostenibile, Ing. Marco De Matteis, che a quella del Sindaco Carlo Salvemini. Da un articolo di stampa del 15 luglio si apprende, anzi, che in un bando regionale sono stati inseriti altri tratti da realizzare nell’area est della città, esattamente dalla parte opposta al Campus Ecotekne.

Ricordiamo che l’appello è stato sottoscritto oltre che da centinaia di persone, anche da organizzazioni sindacali, associazioni studentesche, associazioni nazionali di tutela ambientale e di promozione e tutela della mobilità sostenibile, dai candidati che hanno corso nel mese di luglio alla carica di Rettore dell’Università del Salento, dal Rettore uscente, e infine, ma non per ultimo, dal neo eletto Rettore, il Prof. Pollice, che nel suo programma elettorale ha inserito proprio la realizzazione di un percorso ecosostenibile tra città e Campus Ecotekne.

Ogni giorno centinaia di lavoratori, studenti e personale di Unisalento raggiungono il Campus Ecotekne in auto creando enormi file agli ingressi e rendendo l’aria irrespirabile all’interno del Campus, invaso da automobili e da decine di autobus di FSE, SGM, STP, tutti con trazione a gasolio. Moltissimi cittadini raggiungono la città dalla provincia con i mezzi ferroviari, ma una volta arrivati in stazione non hanno la possibilità di utilizzare un bus-navetta che colleghi la città e il Campus Ecotekne con frequenze e orari consoni agli orari di lavoro e che non si fermi con la pausa delle lezioni ma continui tutto l’anno.

I lavori per la realizzazione di un percorso ciclistico tra Polo Umanistico e area archeologica di Rudiae, finanziati dalla Regione Puglia con uno stanziamento di 1,5 mln di euro e che avranno inizio a breve, prevedono la fine della pista al Parco Rudiae, a pochissima distanza da Ecotekne. Il Campus, se raggiunto da una ciclabile, diventerebbe invece l’anello di congiunzione tra Lecce e il Comune di Monteroni, che ha già provveduto a realizzare una ciclabile tra centro urbano e Ecotekne, dove in realtà si trova inspiegabilmente un cancello chiuso.

In una fase storica in cui temi come l’ambiente e lo sviluppo sostenibile sono tornati ad essere al centro dell’attenzione, riteniamo importante sottolineare la completa assenza di un Tavolo istituzionale sulla mobilità sostenibile, che coinvolga tutti gli stakeholders presenti in città, per lo lo studio di un PUMS partecipato per la città di Lecce, così come avviene in tutte le città virtuose d’Italia.

Hanno sottoscritto l’appello i sindacati Cobas, Dirpubblica, USB, Usi Ricerca, Uil Rua, GILDA Unicams, le associazioni studentesche e dei Dottorandi di ricerca LINK, UDU, Elsa, ADI-Lecce,  l’associazione sportiva universitaria CUS Lecce, le associazioni MO.Bici, ZEI Spazio Sociale, Vivere Lecce, Civica, Lecce Bene Comune e le associazioni ambientaliste WWF Salento, Legambiente Lecce, Italia Nostra sez. di Lecce, i candidati alla carica di rettore Prof. Michele Campiti, Prof. Luigi De Bellis, Prof. Giuseppe Grassi, Prof. Fabio Pollice, oggi Rettore dell’Università del Salento, e il Rettore uscente Prof. Vincenzo Zara.

Condividi con:
Valuta articolo

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment