Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliCORIGLIANO D’OTRANTO: LA FESTA DI CINEMA DEL REALE E DELL’IRREALE

CORIGLIANO D’OTRANTO: LA FESTA DI CINEMA DEL REALE E DELL’IRREALE

CORIGLIANO D’OTRANTO: LA FESTA DI CINEMA DEL REALE E DELL’IRREALE

18esima edizione dal 20 al 25 luglio 2021 Castello Volante di Corigliano d’Otranto (Lecce)

Il programma di mercoledì 21 luglio il ricordo dei fatti del 68 di Genova, le proiezioni dei film di Claire Simon, Leonardo di Costanzo, Pietro Marcello l’omaggio a Valentina Pedicini, cinema del reale new wave

Live de LA RÉPÉTITION, dj set di Max Nocco

Inaugurazione delle esposizioni di “VISIONI DEL SUD” – L’edizione 2021 ha tre parole chiave: PAROLE – PAROLE – PAROLE

Il programma completo su programma.cinemadelreale.it Guarda lo spot: https://vimeo.com/574402006

Entra nel vivo il programma della diciottesima edizione della Festa di Cinema del reale e dell’irreale, il festival di cinema documentario e delle arti audiovisive diretto dal film-maker Paolo Pisanelli con il coordinamento creativo di Francesco Maggiore, ideato, organizzato e co-prodotto da Big Sur, Cinema del reale e Officina Visioni in collaborazione con il Castello Volante e il Comune di Corigliano d’Otranto; un’iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Cultura e Turismo a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 – prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network.

Dopo l’opening della mostra Wolf Suschitzky & The Sardinian Project, che rientra nel percorso espositivo di Visioni del Sud, domani, mercoledì 21 luglio, si accendono i due schermi del Castello Volante di Corigliano d’Otranto e si inaugurano le altre installazioni di Visioni del Sud sul tema Paesaggi / Corpi / Materie.

 

PAROLE / PAROLE / PAROLE è il tema di questa edizione 2021 della Festa, che da sempre sceglie tre parole chiave per presentare il “progetto poetico” della rassegna, sintetizzando le molteplici proposte di visione in immagini iconiche che indicano una direzione, ma lasciando dischiusa la porta dell’immaginario. Il nucleo ispiratore di quest’anno, come da tradizione per la Festa di Cinema del reale, è tutto inscritto nelle sollecitazioni e nelle domande aperte del tempo che stiamo vivendo.

 

Nel programma di quest’anno anche uno spazio dedicato ai fatti del G8 di Genova, vent’anni dopo, e l’omaggio a tre grandi autrici del documentario italiano, scomparse quest’anno: Cecilia Mangini, la “donna rock del doc”, con la quale sin dalla prima edizione la Festa ha stabilito un dialogo privilegiato; Valentina Pedicini e Martina Di Tommaso.

Ospiti speciali di quest’anno, i registi Claire Simone e Leonardo Di Costanzo.

 

IL PROGRAMMA DI MERCOLEDì 21 LUGLIO

Mercoledì 21 luglio la serata si apre alle 18.30 in Sala Codem con gli incontri di POETICHE / PRATICHE, che ospitano il dialogo, a cura di Paolo Pisanelli, con Marcello Mele e Ignazio Figus funzionari dell’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna e Paolo Piquereddu curatore della mostra Wolf Suschitzky & The Sardinian Project.

 

Alle 20 sulla Terrazza Nuvole la serata di proiezioni e altre visioni viene introdotta dall’APERITIVO MUSICALE che ospita il live de LA RÉPÉTITION, Afro-Térrean Duo – Claudio Prima & Giovanni Martella.

 

A partire dalle 20.45, le proiezioni sullo schermo del fossato, con il consueto benvenuto alla Festa SIGNORE E SIGNORI BUONASERA / LE PAROLE DI GIGI.

Primo corto in programma, IL MAGO di Mario Gallo (Italia, 1954, b/n, 16mm, 11’), selezionato in collaborazione con CSC–Archvio Nazionale Cinema Impresa.

Alle 21 il primo degli spazi dedicati alla riflessione sui fatti del G8 di Genova e sui giorni che hanno cambiato profondamente sensibilità e culture della società civile, con l’omaggio “Ciao Carlo”, a cura dell’Archivio Cinema del reale, una selezione di riprese tratte da Don Vitaliano (2002) di Paolo Pisanelli, prodotto da Fandango, Indigo Film, Big Sur in collaborazione con AAMOD. Per tutta la durata della manifestazione il film (integrale), sarà disponibile alla visione sul sito www.cinemadelreale.it.

Alle 21.15 il programma continua con CENERE, film musicato dal vivo da Admir Shkurtaj (Italia, 1916, b/n, 38’) regia di Febo Mari, con Eleonora Duse, selezionato in collaborazione con Cineteca Sarda/Società Umanitaria e ISRE Sardegna.

Alle 22 il corto QUATTRO STRADE di Alice Rohrwacher (Italia, 2020, colore, 7’), in collaborazione con Avventurosa.

 

Alle 22.15 è in programma HISTOIRE DE MARIE, (Francia, 1993, colore, 21’) – v.o. con sub it, in collaborazione con Le Films D’ici, la prima delle opere di Claire Simon, regista, scrittrice e attrice inglese, autrice di documentari pluripremiati, l’ospite internazionale di questa edizione della Festa.

Mentre alle 22.45 è in programma MARGOT ET CLOPINETTE di Leonardo Di Costanzo (France, 1988, b/n, 21’), l’altro grande ospite di quest’anno, David di Donatello 2013.

Segue GIUSEPPE, PASTORE DI PERIFERIA di Ignazio Figus (Italia, 2004, colore, 22’), In collaborazione con ISRE Sardegna.

Alle 23.45, molto atteso è il documentario PER LUCIO di Pietro Marcello (Italia, 2021, colore, 79’), selezionato in collaborazione con Nexo Digital e Avventurosa, una sinfonia visiva e sonora del mondo immaginato e cantato dall’indimenticabile Lucio Dalla.

All’una di notte, il programma del fossato si chiude con Cineparole.

 

Sullo schermo della terrazza, la serata si ape alle 20.45 le di Cinema del reale New Wave. Tra le proposte di questo spazio, i progetti ARRIVANO I MOSTRI, progetto a cura di Big Sur (Italia, 2021, colore, 21’), Altrisguardi Altrimondi, progetto ideato da Big Sur e finanziato da Mibact e Mi nell’ambito di “Cinema e Immagini per la scuola”, alle 21.30 ALTRIRACCONTI, a cura di Gianluca Rollo (Italia, 2021, colore,20’).

 

Segue, quindi, il primo degli omaggi dedicati a Valentina Pedicini, una delle tre documentariste pugliesi a cui è dedicata l’edizione di quest’anno, con ERA IERI (IT WAS YESTERDAY) (Italia, 2016, colore,13’).

A seguire, i corti I’M NOT DEFEATED di Fiorius, prodotto da Eurocrash (Italia, 2019, colore, 3’), PEPITAS di Alessandro Sampaoli (Italia, 2018, colore, 8’), IL PIANETA DEI CALZINI SPAIATI di Emiliano Pepe (Italia, 2014, colore, 7’), IN HER SHOES di Maria Iovine (Italia, 2019, b/n, 19’).

Alle 22.50 DOMANI SI VEDRÀ di Lorenzo Vitrone (Italia, 2021, colore, 20’), in collaborazione con Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volontè.

Chiude la serata, a partire dalle 23.15, il DJ SET con MAX NOCCO.

 

Tra le altre attività proposte negli spazi del Castello Volante, alle 19, alle 19.30 e alle 20 partono i TOUR DELL’IRREALE, a cura dell’InfoPoint .

 

Disseminate negli spazi del castello, anche le mostre, le installazioni e le performance di Visioni del Sud, uno straordinario percorso espositivo a cura di Francesco Maggiore e Paolo Pisanelli, con gli allestimenti di Maurizio Buttazzo e Efrem Barrotta, una mostra di archivi ed opere esito di residenze artistiche, nata per sostenere la produzione artistica contemporanea nel Sud Italia attraverso la movimentazione di archivi storici e di recente formazione. Il progetto, in linea con l’idea di trasformare il Castello in un cantiere per le arti visive e performative, diventa un osservatorio che riflette sulle trasformazioni dei territori e sui paesaggi culturali del Mezzogiorno, sollevando temi e aspetti legati alle tre sezioni attraverso cui si scandisce il percorso: Paesaggi / Corpi / Materie. Il percorso si apre nella Sala Tabaccaia sul tema Paesaggi con la mostra Wolf Suschitzky & The Sardinian Project prodotta da Istituto Superiore Etnografico della Sardegna e curata da Paolo Piquereddu. La mostra, inaugurata a Nuoro nel 2019, sbarca per la prima volta sul continente grazie alla consolidata collaborazione tra ISRE e la Festa di Cinema del reale. A dialogare con le immagini di Suschitzky l’installazione fotografica tratta dall’archivio Giuseppe Palumbo in collaborazione con il Museo Castromediano di Lecce.

 

Sempre nel programma del percorso di Visioni del Sud sono la mostra fotografica Erotico Erotico, a cura di Malì Erotico e Maurizio Buttazzo, la video installazione Lisetta e gli altri, la mostra fotografica Marsico – Down on the Street di Andrea Ciccarese, e ancora Gender Project di Veronique Charlotte, a cura di Festival Persona e di Cinema del reale,Ekdysis di Niya B, l’installazione Affacci di Vincenzo d’Alba realizzata in collaborazione con Sprech, Katábasis, un progetto fotografico di Basilio Puglia, La Planéte Sauvage, a cura di Rosita Ronzini in collaborazione con Avant Festival, Leggere attentamente il foglietto illustrativo, un percorso per immagini e ceramiche create dagli ospiti della Casa per la Vita Artemide di Racale, guidati dall’artista Giorgio di Palma. Infine, esperienze laboratoriali come L’erbario nel borgo di Elena Campa e la Stamperia Nomade di Giancarlo Nunziato.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment