Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportCORINI ATTUA I CAMBI PREANNUNCIATI PER VEDERE UN LECCE PIÙ PUNGENTE

CORINI ATTUA I CAMBI PREANNUNCIATI PER VEDERE UN LECCE PIÙ PUNGENTE

CORINI ATTUA I CAMBI PREANNUNCIATI PER VEDERE UN LECCE PIÙ PUNGENTE

A Cremona il Lecce ha impellente bisogno di conquistare punti importanti ma anche di mettere in atto un sistema di gioco che faccia ben sperare per il futuro di questa stagione che definire strana è poco.

Corini lo ha annunciato in conferenza stampa che avrebbe messo mani alla formazione base in maniera particolare nel settore nevralgico, ossia a centrocampo. In effetti stando alla lista dei convocati diramata (Mancosu e Tachtsidis lasciati a casa) non ci vuole la sfera di cristallo per stilare l’undici che dovrebbe scendere in campo dal primo minuto. Ricalcherà negli uomini e nel sistema di gioco quello visto nel secondo tempo del match contro il Brescia; un undici capace di andare sul 2-0 in un quarto d’ora anche se poi ha perduto il bandolo della matassa negli ultimi secondi di gara dopo aver subito un gol (il primo) nettamente irregolare.

Spazio quindi sin dal fischio d’inizio a Majer e Nikolov con al centro quel folletto di Hjulmand a dettare i tempi e le trame di gioco, oltre al giovane Pablo Rodriguez che a suon di gol si è conquistato il diritto di scendere in campo da titolare al fianco di Coda che potrebbe essere un assist man di notevole importanza con un ragazzini tutto pepe quale si è dimostrato sinora la giovane promessa spagnola.

Per evitare malintesi sulle dichiarazioni di Corini, la società ha inviato agli organi stampa un comunicato che chiarisce come gli infortuni lamentati siano reali e non fantasiosi diffondendo così serenità in un ambiente che con gli ultimi risultati, non belli, stava perdendo fiducia nella squadra.

In questo momento, come ha rimarcato lo stesso mister “si esce da questi momenti bui a testa alta e dando tutto ciò che si ha in corpo”, si deve fare gruppo e non solo i giocatori tra loro ma tutti insieme, giocatori, società, tifosi. Il campionato deve ancora sciorinare in pieno il suo calendario e non è detto che, ritrovando il passo giusto il Lecce non riesca a risalire la corrente.

Che questo sia un campionato terribile lo dimostra, ove ce ne fosse bisogno, il risultato di ieri sera a Monza dove lo squadrone di Berlusconi e Gallieni è stato beffato dal Pisa, la stessa squadra che ha inferto un brutto colpo al nostro Lecce.

Aspettiamo quindi con fiducia le quattordici di oggi nella speranza di poter poi raccontare di una bella vittoria dei giallorossi.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment