Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàCORONAVIRUS ITALIA, 827 VITTIME. I CONTAGI REGIONE PER REGIONE

CORONAVIRUS ITALIA, 827 VITTIME. I CONTAGI REGIONE PER REGIONE

CORONAVIRUS ITALIA, 827 VITTIME. I CONTAGI REGIONE PER REGIONE

I dati in diretta sulla diffusione del coronavirus Covid-19: morti, contagiati e guariti in Italia

L’ultimo bollettino della Protezione civile, diffuso oggi durante il consueto aggiornamento delle 18, riferisce che sono 10.590 i malati di coronavirus in Italia, 2.076 in più di ieri, mentre il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 12.462.

In conferenza stampa, il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli ha poi detto che le vittime sono in tutto 827, 196 in più rispetto a ieri. Le persone guarite in Italia sono invece 1.045, 41 in più di ieri.

I malati in terapia intensiva sono 1.028, 151 in più rispetto a ieri. Dei 10.590 malati totali, 5.838 sono ricoverati con sintomi e 3.724 sono quelli in isolamento domiciliare.

I tamponi complessivi sono 73.154, quasi 54mila dei quali in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

I contagi regione per regione

Stando al bollettino della Protezione Civile, sono 5.763 i malati in Lombardia (1.336 in più di ieri), 1.588 in Emilia Romagna (+171), 940 in Veneto (+157), 480 in Piemonte (+44), 461 nelle Marche (+80), 314 in Toscana (+54), 125 nel Lazio (+26), 149 in Campania (+23), 181 in Liguria (+53), 110 in Friuli Venezia Giulia (+0), 81 in Sicilia (+21), 71 in Puglia (+16), 74 in Trentino (+24), 37 in Abruzzo (+0), 44 in Umbria (+7), 16 in Molise (+1), 37 in Sardegna (+17), 19 in Valle d’Aosta (+2), 17 in Calabria (+6), 75 in Alto Adige (+37), 8 in Basilicata (+1).

Le vittime regione per regione

In merito alle vittime, sono 617 in Lombardia (+149), 113 in Emilia Romagna, (+28), 29 in Veneto (+3), 21 in Piemonte (+4), 18 nelle Marche (+5), una in Toscana (+0), 8 in Liguria (+0), una in Campania (+1), 6 Lazio (+0), 6 in Friuli Venezia Giulia (+3), 5 in Puglia (+2), uno in Abruzzo (+0), uno in Valle d’Aosta (+1).

Le precisazioni di Borrelli

“Avevamo detto che i dati della Lombardia erano parziali – ha spiegato Borrelli – e oggi abbiamo numeri che fanno sì che i dati possano apparire come un numero elevato, ma in realtà la crescita odierna è nel trend dei giorni scorsi”.

Borrelli ha precisato che tra i numeri diffusi oggi sono inclusi circa 600 malati della Lombardia emersi ieri, ma di cui non erano ancora disponibili i dati. Ieri l’aumento dei malati era stato di 529 (pari al 6,6% sul giorno precedente), mentre oggi l’aumento è di 2.076 contagiati.

“Una misura di chiusura generalizzata deve ancora essere valutata, al momento non ci sono decisioni”, ha poi chiosato Borrelli.

Il commissario ha poi ribadito: “Il consiglio è sempre lo stesso, uscire per lo stretto necessario e indispensabile”. Inoltre, ha precisato che anche chi esce a piedi “deve portare l’autocertificazione“.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment