Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportCORVINO DI FRONTE AL BIVIO RAPPRESENTATO DAI CALCIATORI IN SCADENZA GIUGNO 2022

CORVINO DI FRONTE AL BIVIO RAPPRESENTATO DAI CALCIATORI IN SCADENZA GIUGNO 2022

CORVINO DI FRONTE AL BIVIO RAPPRESENTATO DAI CALCIATORI IN SCADENZA GIUGNO 2022

I più “difficili” Gabriel e Coda ma sono in tanti e ci sarà da lavorare parecchio.

 

 

 

 

 

 

Con l’apertura del mercato è opportuno fare il punto della situazione dei calciatori che si hanno in casa, sulla scorta delle regole in vigore relativamente allo svincolo a scadenza di contratto, diventa quanto mai opportuno fare delle scelte oculate sia sotto il profilo tecnico che quello finanziario. Ub compito che il Direttore Corvino avrà già espletato per poter decidere su come comportarsi con quei calciatori che al prossimo 30 giugno (2022) andranno in scadenza. Come si sa questi calciatori già dal prossimo gennaio potranno autonomamente trovarsi una nuova squadra senza che nelle casse del Lecce entri il becco di un solo euro. Questo comporta che già da ora si devono prendere decisioni importanti. Proprio tra questa tipologia contrattuale di calciatori il Lecce ne annovera un discreto numero (12) e se per alcuni la scelta può essere meno indolore per altri potrebbe essere molto importante. È come arrivare dinanzi ad un bivio e dover scegliere se andare da una parte o dall’altra. Mi riferisco, come calciatori a Gabriel e Coda ed il bivio su cui decidere è: (prima scelta) dare la preferenza alla scelta tecnica e quindi mantenere il contratto o tentare di allungarlo di almeno un anno; oppure (seconda scelta) mettere sul mercato il giocatore in questione cedendo a qualche offerta d’acquisto irrinunciabile e quindi realizzare una sostanziosa plusvalenza tanto gradita al bilancio societario?

Le voci che interessano il portiere (Empoli) e il bomber (Pisa SPAL e Brescia) non sono confermate dalla società ma se dovessero toccare cifre importanti (oltre i due milioni di euro a testa) saranno di sicuro vagliate dai responsabili che, ovvio, dovranno tener conto che al loro posto dovranno assicurare a Baroni pedine dello stesso valore tecnico.

Ed a questo proposito, però, si aggancia ovviamente il destino di Vigorito che resterà se Gabriel parte e farà le valigie se il brasiliano resterà in giallorosso; ma, soprattutto si collega il destino del giovane madrileno Pablo Rodriguez Delgado che sarebbe il naturale sostituto di Coda se quest’ultimo dovesse partire.

Il giovane attaccante giallorosso è stato blindato da Corvino perché si ritiene che sarà protagonista del progetto tecnico targato Baroni.

Lo spagnolo ha avuto un ottimo approccio tecnico e caratteriale con l’ambiente leccese, ma nella prossima stagione sarà chiamato ad una maggiore continuità, per fare il salto di qualità e diventare una stella.

Pablito lo scorso hanno ha avuto un impatto con il Lecce esaltante, come Re Mida riusciva a trasformare ogni pallone toccato in oro tra gol, assist e rigori procurati, da lui ora tutti aspettiamo una conferma e che diventi sempre più pimpante, sempre più utile alla causa comune.

Quest’anno, sarà chiamato a fare di più, ad essere ancor più protagonista perché, di certo, gli verranno date maggiori chance. Mister Baroni nel corso delle settimane di ritiro darà al puntero tutti i consigli utili per fare ancora meglio poi, toccherà allo stesso Rodriguez, farsi trovare pronto per il gran salto di qualità.

Eugenio Luciani

 

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment