Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportA CROTONE PER DARE SEGUITO ALLA VITTORIA DI SABATO SCORSO

A CROTONE PER DARE SEGUITO ALLA VITTORIA DI SABATO SCORSO

A CROTONE PER DARE SEGUITO ALLA VITTORIA DI SABATO SCORSO

La partita di oggi e poi quella con il Cittadella di fine settimana offre alla squadra salentina due ottime carte per dichiararsi in maniera definitiva (se tale termine specie nel calcio esiste) ovvero ha le qualità per riprendere le fuggitive oppure dovrà accontentarsi di un campionato di crescita o di maturazione che dir si voglia. Il progetto societario non prevede l’inserimento nella lotta per la promozione, anche se ovviamente dovesse accadere nulla si lascerà al caso, ma piuttosto un consolidamento patrimoniale del gruppo per poi lanciarsi nell’avventura dalla prossima stagione in maniera ferma e decisa.

Ciò detto, però, c’è poi il campo ed in campo si va per vincere cosa che, dopo aver provato l’ebrezza dei primi tre punti, Baroni ed i suoi vogliono quanto prima riassaporare. Come? Con quale sistema di gioco? Con quale uomini? Lo sapremo stasera prima dell’inizio della partita quando saranno date le formazioni ufficiali, solo allora sapendo chi va in campo potremo abbozzare il sistema di gioco scelto per conquistare una vittoria che darebbe maggiore fiducia al cammino futuro.

Credo che Baroni, abbastanza abbottonato in conferenza stampa, in cuor suo abbia già deciso e siccome la forma, il ritmo, la fiducia in se stessi si trovano e si accrescono solo giocando, molto probabilmente vedremo lo stesso undici di sabato sera con la variante di Briorkengren al posto di Majer e di Strefezza per Olivieri. Niente Rodriguez, quindi, ancora una volta.

Penso proprio di sì ma a tal proposito mi preme ricordare a chi ha la bontà di leggermi che Rodriguez, che stimo molto, è il classico giocatore da mandare in campo a partita iniziata. Con la sua verve, le sue caratteristiche tecniche e la sua velocità rende meglio quando deve affrontare avversari con un po’ di minuti già giocati. La riprova sta nella passata esperienza in maglia giallorossa, quale subentrato il giovane Pablo ha reso molto e spesso è andato a segno, non così quando Corini lo ha schierato sin dal primo minuto.

Oggi, però, tutto quanto ho scritto deve rimanere sulla carta e basta, in campo il Lecce dovrà cercare di fare una grande prova portando a casa quanti più punti è possibile, solo così il prossimo cammino sarà più agevole ed i tifosi smetteranno di sollevare critiche (dettate dal troppo amore) per sostenere con sempre maggior impegno i sedici giocatori che andranno in campo per portare il Lecce dove tutti sogniamo.

Ernesto Luciani

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment