Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e Spettacoli“DALLA SCUOLA ALL’UNIVERSITÀ UNA RETE INCLUSIVA”

“DALLA SCUOLA ALL’UNIVERSITÀ UNA RETE INCLUSIVA”

“DALLA SCUOLA ALL’UNIVERSITÀ UNA RETE INCLUSIVA”

Dal 16 al 19 marzo 2021 tre incontri online tra Unisalento e le scuole polo per l’inclusione di Lecce, Brindisi E Taranto

Agevolare e facilitare il passaggio dalla scuola superiore all’università da parte degli studenti con disabilità e con Disturbi Specifici di Apprendimento. Con questo obiettivo l’Università del Salento e le scuole polo per l’inclusione di Lecce, Brindisi e Taranto hanno intrapreso un percorso congiunto il cui primo passo è l’organizzazione di un ciclo di incontri online in programma i prossimi 16, 17 e 19 marzo 2021. Per UniSalento interverranno il Rettore Fabio Pollice, la Delegata per le Politiche di inclusione Flavia Lecciso e la capo Ufficio Integrazione disabili Paola Martino. Al confronto parteciperanno, nei vari incontri, il Dirigente dell’Istituto tecnico “Deledda” – scuola polo per l’inclusione di Lecce Raffaele Capone, la Dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale di Brindisi Giuseppina Lotito, il Dirigente dell’Istituto alberghiero “Pertini” – scuola polo per l’inclusione di Brindisi Vincenzo Micia e la Dirigente dell’Istituto comprensivo “Viola” – scuola polo per l’inclusione di Taranto Marilena Salamina.

«Miriamo a un confronto costruttivo con i referenti all’inclusione e all’orientamento in uscita delle scuole secondarie di secondo grado», spiega la professoressa Flavia Lecciso, Delegata del Rettore per le Politiche di inclusione, «Vogliamo fare rete per un’università che sia il più possibile inclusiva: per questo vogliamo che tutti gli studenti e tutte le studentesse, soprattutto quelli più fragili, siano informati sui servizi, sui progetti e sulle offerte che UniSalento ha pensato per loro».

«Abbiamo puntato a un percorso di rete concertato dal basso con i referenti delle scuole polo delle province di Lecce, Brindisi e Taranto, perché vogliamo fortemente che i ragazzi e le ragazze con disabilità o Disturbi Specifici dell’Apprendimento siano indirizzati al meglio nelle loro scelte future e abbiano dei punti di riferimento saldi su cui poter fare affidamento», aggiunge Paola Martino, capo Ufficio Integrazione disabili, «Grazie a questa iniziativa sarà possibile orientare studenti e studentesse già dal quarto anno di scuola superiore».

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment