Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e Attualità“EDUCAZIONE, FORMAZIONE E TRASMISSIONE DEI SAPERI NEL MEDIOEVO E OLTRE”

“EDUCAZIONE, FORMAZIONE E TRASMISSIONE DEI SAPERI NEL MEDIOEVO E OLTRE”

“EDUCAZIONE, FORMAZIONE E TRASMISSIONE DEI SAPERI NEL MEDIOEVO E OLTRE”

Il 28 e 29 marzo 2022 convegno internazionale a UNISALENTO

“Educazione, formazione e trasmissione dei saperi nel Medioevo e oltre” è il convegno internazionale in programma all’Università del Salento il 28 e 29 marzo 2022, in presenza nell’aula 7 dell’edificio 6 del complesso Studium2000 (via di Valesio, Lecce) e online su urly.it/3h-g-. Nell’ambito delle attività promosse dai corsi di laurea di area pedagogica del Dipartimento di Storia Società e Studi sull’Uomo, per l’organizzazione scientifica dei professori Luciana Petracca e Demetrio Ria e co-finanziato dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia, il convegno intende “offrire uno spazio di riflessione e di confronto tra studiosi di diversa formazione su pratiche, percorsi, metodologie e strumenti della trasmissione della cultura e dei saperi, tanto disciplinari quanto tecnico-pratici, a partire dall’età medievale e ben oltre il Medioevo”.

Spiegano gli organizzatori: «I temi oggetto di approfondimento da parte dei 45 relatori coinvolti, provenienti da varie università e istituti di ricerca nazionali e internazionali, vanno dagli spazi e i tempi dell’educazione alle pratiche dell’insegnamento, dagli scambi culturali e dalla circolazione dei saperi ai processi formativi e storici di trasferimento delle conoscenze, dalla storia delle istituzioni educative al ruolo sociale e politico, oltre che culturale, delle professionalità coinvolte, dalle pratiche didattiche e dai percorsi disciplinari ai luoghi deputati all’apprendimento di arti e mestieri. Il convegno si propone di discutere letture e approcci innovativi che, attraverso una mirata interrogazione delle fonti, possano ampliare la prospettiva storiografica e contribuire a ripensare la dimensione educativa e formativa con un maggiore sforzo comparativo, favorito da una profonda riflessione sui temi proposti incrociando competenze (storiche e pedagogico-didattiche) con chiavi di lettura differenti (dalla storia culturale e sociale, a quella politica, economica e antropologica), senza steccati e gerarchie».

Il convegno gode del patrocinio di: Universitat de Barcelona, Universidad Pablo de Olavide de Sevilla, Pomeranian University in Slupsk, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Instytut Pedagogiki, Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale del CNR di Napoli, Centro di Ricerca Interdipartimentale “Althea” dell’Università di Salerno, Centro di Ricerca Notmed, Centro di Studi Orsiniani, Centro Studi Medievali UniSalento, società scientifica Siped.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment