Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaEsuberi al Petruzzelli: “Colpa di una politica clientelare e Decaro festeggia proprio nel giorno dell’annuncio dei licenziamenti”

Esuberi al Petruzzelli: “Colpa di una politica clientelare e Decaro festeggia proprio nel giorno dell’annuncio dei licenziamenti”

Esuberi al Petruzzelli: “Colpa di una politica clientelare e Decaro festeggia proprio nel giorno dell’annuncio dei licenziamenti”

is

Dichiarazione del presidente del gruppo dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo

Se non di cattivo gusto, è stato quanto meno  inopportuno ieri sera festeggiare l’elezione del sindaco di Bari, Antonio Decaro, a presidente nazionale dell’Anci nel Teatro Petruzzelli.

Il clima di festa poco si addiceva  con la dichiarazione  di poche ore prima del sovrintendente Biscardi che annunciava il licenziamento di 74 dipendenti. La firma sotto la lettera di quei licenziamenti  dovrà metterla proprio Decaro in qualità di presidente della Fondazione Teatro Petruzzelli. Quindi giornata decisamente non opportuna per festeggiare…

A ciò si aggiunga che ancora nessuna responsabilità viene individuata su come oggi il Petruzzelli abbia in pianta organica 74 esuberi. Anche in questo caso in attesa che tali responsabilità vengano individuate in altre sedi, è indubbio che esiste una responsabilità politica che è sotto gli occhi di tutti: ahimè una politica di stampo clientelare che ha consentito l’assunzione di diverse unità di coristi, orchestrali, personale tecnico. Il Petruzzelli era diventato, negli anni,  una sorta di porta girevole e un giro non si negava a nessuno.

Oggi un cavillo giuridico ha stabilito che quelle unità, seppur assunte in modo provvisorio hanno carattere di stabilità, per cui si è dato vita a un’operazione di assunzione collettiva prima, e ora di licenziamento di esuberi che appare più un gioco machiavellico che il voler rispettare la pianta organica di un Teatro simbolo di un’intera Regione… E ieri Decaro festeggiava…

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment