Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportFALCO RIBATTE A BRUTTO MUSO ALLE PAROLE DI UN POLITICO DEL SUO PAESE

FALCO RIBATTE A BRUTTO MUSO ALLE PAROLE DI UN POLITICO DEL SUO PAESE

FALCO RIBATTE A BRUTTO MUSO ALLE PAROLE DI UN POLITICO DEL SUO PAESE

Filippo Falco, il “Messi del Salento” gioiello calcistico che in serie A si sta facendo notare per le doti tecniche di cui è dotato ha risposto per le rime ad un politico d’opposizione della sua Pulsano, ove risiede, che lo ha definito “persona da non prendere come riferimento ed in considerazione perché vivo una vita nel lusso….” Dopo che il giovane talento salentino, aderendo ad una richiesta del suo Sindaco, aveva postato un invito ai suoi concittadini a restare a casa.

Pubblichiamo queste note con l’intento unico di elogiare il gesto e il giusto risentimento di Falco, soprassedendo ad esprimerci sulle parole dell’uomo politico (?) di cui Falco, correttamente ed elegantemente, ha taciuto il nome. Bravo Filippo, due volte.

Di seguito i fatti resi noti dallo stesso Falco con un post sul suo profilo facebook:

“Mi contatta il Sindaco del mio paese qualche giorno fa e mi chiede un messaggio per i miei compaesani, al fine di sensibilizzare gli stessi a rispettare le regole per il contenimento del coronavirus. Ovviamente ho accettato non perché era mia intenzione fare la morale a gente più adulta di me, che non ha bisogno certo delle mie parole per farlo, ma per sensibilizzare soprattutto i più giovani ed i ragazzi che mi seguono, che sono quelli che vivono con più difficoltà questa situazione dello stare in casa. – Scrive il Messi del Salento che poi continua – Bene, stasera vengo a sapere che un membro dell’opposizione, per i suoi scopi credo politici, mi qualifica come persona da non prendere come riferimento ed in considerazione perché vivo una vita nel lusso e pertanto non conosco cosa sono i sacrifici, non ho senso civico ed altre affermazioni che evito anche di trascrivere. Vi giuro che in un primo momento ho provato molto fastidio, poi ho riso e qualificato le parole sentite, da una persona che non conosco, come inopportune ed inqualificabili.

Mi spiace che un gesto del genere sia stato visto così e vi confermo che se è servito a tenere in casa con più serenità anche un solo ragazzo, la richiesta che mi è stata fatta la ritengo giusta e la rifarei. Peccato che succedono queste cose, ma fa parte della vita anche questo. Forza Pulsano, ce la faremo”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment