Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàFAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ, ALTRI 188 MILA EURO DI BUONI  SPESA PER ALIMENTI E FARMACI

FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ, ALTRI 188 MILA EURO DI BUONI  SPESA PER ALIMENTI E FARMACI

FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ, ALTRI 188 MILA EURO DI BUONI  SPESA PER ALIMENTI E FARMACI

 

I nuclei già beneficiari riceveranno nuovi contributi di 50 euro per ogni componente

Continua l’emergenza sanitaria dovuta al Covid19 (e quella connessa di natura economica e sociale) e l’amministrazione comunale interviene nuovamente a supporto delle famiglie neretine con risorse pari a 188 mila 660 euro. Ci sarà, dunque, l’erogazione di nuovi contributi nella forma di buoni spesa per alimenti e farmaci a quei nuclei familiari che già hanno ricevuto il beneficio a partire da dicembre scorso, sulla base delle richieste avanzate con il precedente avviso. In sostanza, si tratta di famiglie in condizione di disagio economico, con un valore Isee inferiore o uguale a 8 mila euro e in qualche caso eccezionale (ad esempio, chiusura di attività produttiva o motivi di salute) anche con Isee superiore a 8 mila euro.

In particolare, saranno erogati contributi di 50 euro per ogni componente del nucleo familiare. La procedura è già nota: il contributo viene “caricato” sulla tessera sanitaria dei beneficiari, che riceveranno poi un sms (non un messaggio su whatsapp), che indica l’importo assegnato e un pin personale. È possibile a questo punto recarsi presso gli esercizi convenzionati e acquistare alimenti e farmaci. Fatta la spesa, si consegna la tessera sanitaria al cassiere, che la passerà da un lettore ottico e certificherà l’identità dell’acquirente. A questo punto lo stesso cassiere chiederà all’acquirente il pin personale (ricevuto via sms) e lo digiterà sul sistema per poter “scaricare” l’importo della spesa effettuata. L’acquirente riceverà poi un sms di conferma della transazione e il saldo disponibile. Se per qualche motivo non si possiede la tessera sanitaria è possibile fornire comunque il codice fiscale per poter portare a termine l’operazione.

Gli esercizi presso i quali è possibile utilizzare i buoni spesa sono Conad City (via Rubichi), Interspar (via G. Cantore), La Bottega dei Sapori (via Filzi), Dok (via Pilanuova), Coop Alleanza 3.0 (via Principe di Savoia), Despar (via Due Giugno), Conad (via Moro), Md (via Galatone), Conad City (via XX Settembre), Coop (via Napoli), Pam (via Regina Elena), Eurospin (via de Gasperi e via Gallipoli), Farmacia Colangelo-Onorato (via Duca degli Abruzzi), Farmacia De Benedittis (via Raho), Farmacia Benegiamo-Pagliula (via D’Orlando), Farmacia Orlando (piazza Umberto), Farmacia di Nardò (via della Costituzione), Farmacia De Pace (via Grassi), Farmacia S. Maria degli Angeli (via Raho), Linea Sanitaria (via XX Settembre).

“Il Covid – dice il sindaco Pippi Mellone – sta incidendo in modo particolare su famiglie monoreddito, lavoratori precari, anziani. È vero che la nostra città sta dando da un anno prove di solidarietà incredibili, ma c’è bisogno di un nuovo intervento organico ed efficace come questo. Subito 188 mila euro di buoni da spendere per alimenti e farmaci, in modo da alleviare fragilità e bisogni urgenti. È la seconda, cospicua, iniezione di risorse in questa seconda fase, perché vogliamo che nessuno resti indietro”.

“Appena un paio di giorni fa – ricorda l’assessore al Welfare Maria Grazia Sodero – l’Istat ci ha detto che la pandemia in Italia ha impoverito più di una famiglia su quattro. Sono gli effetti collaterali di una emergenza sanitaria ormai molto lunga e pesante. Stiamo cercando, nei limiti delle risorse a disposizione, di fornire una risposta veloce e concreta ai bisogni di tante famiglie in difficoltà nella nostra città, almeno per quanto riguarda i beni di prima necessità”.

Sul sito web istituzionale, al link https://bit.ly/3rHOtqS, sono disponibili tutte le informazioni utili e il testo integrale dell’avviso pubblico.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment