Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàFEDERAZIENDE PRENDE POSIZIONE SUL SUPER GREEN PASS PER ANDARE AL LAVORO

FEDERAZIENDE PRENDE POSIZIONE SUL SUPER GREEN PASS PER ANDARE AL LAVORO

FEDERAZIENDE PRENDE POSIZIONE SUL SUPER GREEN PASS PER ANDARE AL LAVORO

Secondo Federaziende: “Se l’obiettivo è quello di tenere aperte in sicurezza tutte le attività economiche, ben venga anche il Super Green Pass sui luoghi di lavoro. Ma…Il pass rafforzato, del resto, eliminerebbe l’anomalia del Super Green Pass chiesto alla clientela a fronte di un certificato semplice chiesto al personale”.

Federaziende prende una posizione forte in merito alla decisione del Governo Italiano di chiedere a tutti i lavoratori il Super Green Pass, la certificazione verde di cui dispongono vaccinati e guariti e non più coloro che si sottopongono al solo tampone per recarsi sul luogo di lavoro. Se l’obiettivo è quello di tenere aperte le attività e consentire all’economia di riprendere a ‘girare’ in sicurezza, c’è poco da discutere, insomma.

“Se il governo, che ha un quadro più preciso della situazione, ritiene che l’introduzione del Super green pass possa essere utile a rallentare la corsa dei contagi e a mantenere le attività aperte, non possiamo che essere d’accordo”, scrivono da Federenziende.

Certo, inutile negare che molte attività commerciali e imprenditoriali si sarebbero aspettate un atto di responsabilità superiore che soltanto l’obbligo vaccinale avrebbe potuto certificare, ma la politica ha scelto di non spingersi oltre verso quella meta che a molti sembrava la destinazione naturale. Insomma, meglio misure chiare rispetto a mezze misure che possono portare a conseguenze non del tutto gestibili, ma è giusto fare i conti con gli strumenti che si hanno a disposizione. Tutto ciò a patto che non ci siano sviste sulla gestione del personale vista la portata della decisione. E su questo Federaziende vuole essere molto chiara.

“Chiediamo – scrive in una nota Eleno Mazzotta, Segretario Generale di Federaziende – che si tenga conto delle eventuali assenze legate alla decisione di non vaccinarsi, riducendo i vincoli sui contratti a termine e sugli straordinari. Certo, va anche detto che la decisione non sarà indolore per la sostituzione del personale in questi giorni già decimato dalle quarantene”.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment