Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e SpettacoliFESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA DA CAMERA

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA DA CAMERA

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI MUSICA DA CAMERA

Fondato e diretto dalla pianista Beatrice Rana

Sesta edizione Lecce | Supersano 17 – 23 luglio 2022

Dodici appuntamenti per una settimana di concerti e approfondimenti tematici in luoghi di pregio di Lecce e, ancora una volta, “in campo aperto” nella masseria Le Stanzie di Supersano (Le)

Accanto alla direttrice artistica, solisti di fama internazionale

il violoncellista spagnolo Pablo FERRANDEZ, la violinista bulgara Liya PETROVA,

il QUARTETTO MODIGLIANI, il clarinettista Kevin SPAGNOLO, il pianista Massimo SPADA,

il violista georgiano Georgy KOVALEV

e giovani di sicuro talento

Ludovica Rana, Chiara Sannicandro, Ying Li, Maddalena Giacopuzzi

le formazioni cameristiche dei Conservatori di Lecce e Bari

e delle accademie Avos Project di Roma e Accademia Stauffer di Cremona

L’edizione 2022 è dedicata al tema Contrasti:

“Portiamo la musica classica in contesti informali, accostando artisti dall’affermata carriera ad emergenti, repertori assai noti a pagine ugualmente belle ma rarissime – dice Beatrice Rana. L’ambizione è quella di rendere ciascun concerto un’esperienza irripetibile”

 

La sesta edizione si caratterizza, tra l’altro, per la nuova commissione ClassicheFORME al compositore Fabio Massimo Capogrosso, in prima esecuzione assoluta nell’ultima serata del festival, e per la novità “caffè leccese”, appuntamenti pomeridiani “in ghiaccio con latte di mandorla”

 

Torna per la sesta volta nel Salento, dal 17 al 23 luglio 2022, ClassicheFORME, il Festival Internazionale di Musica da Camera fondato e diretto dalla pianista Beatrice Rana e promosso dall’Associazione Musicale Opera Prima, che porta la grande musica nei luoghi d’arte e nella campagna salentina, tra memorie d’infanzia, eccellenze storiche e tradizioni, raccogliendo attorno a sé il cenacolo ideale di musicisti, solisti di fama internazionale insieme a giovani di sicuro talento.

Anche quest’anno sarà un’intera settimana di musica all’aperto dal vivo e approfondimenti tematici, con undici appuntamenti nel capoluogo salentino ed uno in provincia, ancora una volta a Supersano (Le), nella storica masseria Le Stanzie.

 

Protagonisti saranno solide eccellenze del panorama internazionale come il violoncellista spagnolo Pablo Ferrandez, la violinista bulgara Liya Petrova, il brillante Quartetto Modigliani, il clarinettista Kevin Spagnolo, il pianista Massimo Spada, il violista georgiano Georgy Kovalev. A queste stimate certezze del mondo cameristico si uniranno giovani e giovanissimi di sicuro talento, fra cui vale ricordare la violoncellista Ludovica Rana, la violinista Chiara Sannicandro e nuovi volti selezionati da vere fucine d’arte futura quali il Premio Internazionale Antonio Mormone della Società dei Concerti di Milano con la vincitrice cinese della prima edizione Ying Li, l’Accademia di alta formazione romana Avos Project con il trio Ares già prossimo al debutto discografico nonostante la giovane età, i Conservatori di Lecce e Bari con le loro formazioni cameristiche e infine il prestigioso Stauffer Center of Strings di Cremona per il Quartetto Day.

 

I luoghi del festival spazieranno dal seicentesco Chiostro del Rettorato di Lecce, già Convento Carmelitano, impreziosito dagli affreschi del ‘700, al cinquecentesco Chiostro dell’ex Convitto Palmieri, che custodisce al suo interno anche la ricca Biblioteca Bernardini, cenacolo di cultura fin dalla fondazione nel 1863, dove pure si terrà un incontro dedicato al tema “Musica e televisione”, sempre nell’ambito del festival; quindi il Museo Storico della città di Lecce “MUST”, situato nell’ex monastero quattrocentesco di Santa Chiara, e la masseria Le Stanzie, vero gioiello di civiltà contadina coi suoi frantoi ipogei, i forni in pietra, i pergolati, le aje e le infinite stanze dedicate all’essiccazione di pomodori, peperoncini ed erbe aromatiche pendenti dai soffitti, autentica madeleine di ogni salentino doc. Senza dimenticare l’Ortale del Teatro Koreja di Lecce, rivisitazione moderna del classico “giardino salentino”, tra gli aromi delle erbe officinali e i profumi degli alberi di limoni.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment