Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaTRA FITTO ED EMILIANO, LA SFIDA PUÒ RISOLVERSI AL FOTOFINISH

TRA FITTO ED EMILIANO, LA SFIDA PUÒ RISOLVERSI AL FOTOFINISH

TRA FITTO ED EMILIANO, LA SFIDA PUÒ RISOLVERSI AL FOTOFINISH

Si avvicina il gran giorno in cui i Pugliesi saranno chiamati al voto per esprimersi sul “referendum” ma anche per eleggere colui che poi amministrerà la Regione per i prossimi cinque anni.

Da un’indagine svolta da un’agenzia specializzata, nel corso degli ultimi giorni dello scorso mese di agosto, sulle intenzioni di voto, si prospetta un arrivo in volata tra i due maggiori contendenti alla poltrona: Michele Emiliano, governatore uscente; e Raffaele Fitto ex Presidente Regionale che corre per il centrodestra.

L’eurodeputato si attesta al 40,2 percento, contro il 39,4 del governatore in carica; abbastanza distaccati gli altri: Antonella Laricchia, del M5S, sarebbe al 15,3 percento mentre Ivan Scalfarotto di Italia Viva al 3,9. Decimali di punto per Mario Conca (0,7), Nicola Cesaria (0,5), Andrea d’Agosto (0,1) e Pierfrancesco Bruni (0,0). Al 33,4 percento stimata la quota di indecisi e astenuti.

Questa la domanda posta a un campione di 800 residenti in Puglia: “Ora immagini che si sia arrivati al giorno delle elezioni, in cui si deve scegliere quale sarà il prossimo presidente della Regione Puglia. Lei per quale candidato voterebbe tra quelli che le indicherò?”.

Considerata la distanza stimata attualmente, decisivo potrebbe essere il voto disgiunto che, con le parole di uno dei responsabili dell’agenzia, “va in direzione di Emiliano, in proporzioni limitate ma in grado di influire sull’esito”.

Evidente che visto il margine risicato tra i due candidati è quasi impossibile dare un volto al vincitore, ancor di più perché c’è una quota di indecisi abbastanza ampia. È bene  ricordare che solo nel giorno della tornata elettorale, o in quello prima, molti decidono se e come votare.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment