Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàGALATINA: ALLA COLACEM INCENDIO DI PROBABILE NATURA DOLOSA

GALATINA: ALLA COLACEM INCENDIO DI PROBABILE NATURA DOLOSA

GALATINA: ALLA COLACEM INCENDIO DI PROBABILE NATURA DOLOSA

A metà mattinata all’interno dell’area del cementificio Colacem è divampato un incendio che, almeno per il momento, sembra di origine dolosa. L’incendio che ha creato un’alta nube nera, si è sollevata in prossimità del deposito di carbone a cielo aperto. I vigili del fuoco hanno lavorato fino all’ora di pranzo per domare le lingue di fuoco. A loro spetta di capire anche l’origine dell’incendio, probabilmente un cortocircuito, da cui si sono generate le fiamme che hanno interessato un nastro trasportatore usato per la movimentazione della calcarenite. L’incidente, ovvio, ha creato uno stato d’ansia tra i residenti di Galatina, Soleto ed altri Centri limitrofi in ragione dei possibili danni ambientali a causa della possibile diffusione delle polveri sottili. I primi cittadini dei Centri interessati, alcuni sono anche intervenuti sul posto dell’incidente, hanno allertato il Dipartimento di prevenzione della Asl di Lecce e Arpa, intervenuta sul posto per un sopralluogo. Lunedì, stando a quanto comunicato ai Comuni dal direttore generale Vito Bruno, verranno esaminati i dati registrati dalle centraline per il monitoraggio della qualità dell’aria.

L’azienda ha fatto sapere che lo stabilimento era fermo da otto giorni e che anche il nastro trasportatore interessato dal rogo era inattivo. Ciononostante, è andata a fuoco la sua parte in gomma, anche perché la calcarenite è resistente al fuoco. Tutto ciò porta a pensare che si sia trattato di un incendio doloso.

La Colacem ha, quindi, sta procedendo al controllo dei filmati delle telecamere di videosorveglianza installati nell’impianto, se qualcuno si è introdotto all’interno del perimetro del cementificio, naturalmente, interesserà le forze dell’ordine.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment