Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaGALLIPOLI: L’ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI E IMPRENDITORI LAMENTA SCARSA CONSIDERAZIONE DA PARTE DEL COMUNE

GALLIPOLI: L’ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI E IMPRENDITORI LAMENTA SCARSA CONSIDERAZIONE DA PARTE DEL COMUNE

GALLIPOLI: L’ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI E IMPRENDITORI LAMENTA SCARSA CONSIDERAZIONE DA PARTE DEL COMUNE

matteo spada

Apprendiamo con rammarico di non essere stati coinvolti nella discussione che si terrà sabato mattina durante il Consiglio Comunale e domani in IV e VI commissione riguardo il Nuovo Regolamento in materia di occupazione di suolo pubblico.

Siamo un’associazione che vanta trecento soci e ci facciamo portavoce delle istanze dei cittadini e di chi fa parte del tessuto economico della nostra città. Gli animi sono molto esasperati su più fronti e c’è chi minaccia di protestare proprio in occasione del prossimo consiglio comunale perché si prevede un aumento del canone del suolo pubblico a discapito dei commercianti e degli imprenditori (da un rapido calcolo l’utilizzo di 70 metri quadrati di suolo pubblico potrebbero venire a costare circa 8mila e 500 euro annui).

Partendo dal presupposto che siamo d’accordo sul fatto che alcune cosa vadano riviste, ci saremmo aspettati di essere interpellati e coinvolti dal presidente della commissione competente e dall’assessorato al ramo, per poter contribuire alla redazione del nuovo regolamento. L’Associazione che presiedo potrebbe essere una risorsa per la risoluzione dei problemi quotidiani che riguardano i gallipolini e la categoria imprenditoriale, invece ancora una volta, siamo tenuti all’oscuro dei provvedimenti che vengono adottati.

Siamo inoltre rammaricati perché non riceviamo risposte: portiamo avanti le nostre proposte per il bene della città ma non veniamo presi in considerazione dall’attuale Amministrazione, neanche quando siamo disposti a farci carico di eventuali spese (non ci è stata ancora  concessa la possibilità di poter costruire il parco giochi pubblico per bambini e disabili sul lungomare G.Galilei ).

Gran parte del tessuto produttivo gallipolino è scontento: un ulteriore aggravio dei costi non va altro che ad aggravare la situazione generale di malcontento che è già esistente. I commercianti e gli imprenditori ad esempio, non hanno ancora ricevuto risposte concrete riguardo alla questione che riguarda il parcheggio del porto di Gallipoli o dei lidi lungo la litoranea.

Dott.Matteo Spada – Pres.Associazione Commercianti e Imprenditori di Gallipoli

(nella foto)

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment