Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeEventi e Spettacoli“GIOCHI SENZA TEMPO. GIOCHI DI STRADA E GIOCHI DA MUSEO”:

“GIOCHI SENZA TEMPO. GIOCHI DI STRADA E GIOCHI DA MUSEO”:

“GIOCHI SENZA TEMPO. GIOCHI DI STRADA E GIOCHI DA MUSEO”:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Appuntamento domani e domenica 25 al “Castromediano” di Lecce con le “Giornate Europee del Patrimonio 2015” Simona Manca: il gioco come identità culturale, inclusione sociale e valore per la crescita dell’uomo.

Far vivere, attraverso i “giochi senza tempo”, un momento di integrazione generazionale, socializzazione, crescita intellettiva ed eredità culturale, in linea con il tema “cultura è partecipazione”, individuato dalla Direzione generale del Ministero e comune a tutti i musei e gli istituti di cultura aderenti alle GEP. Con questa finalità il Museo provinciale Sigismondo Castromediano ha allestito i “Giochi senza tempo. Giochi di strada e giochi da Museo”, in programma per sabato 24 e domenica 25 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2016 (GEP).

In continuità con le tematiche della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo 2016, anche quest’anno ci si rivolgerà principalmente ad un pubblico di famiglie.

Nell’anno delle Olimpiadi di Rio, abbiamo pensato di coinvolgere le famiglie e i bambini attraverso un momento tanto caro a loro, il gioco. Ma i giochi che abbiamo scelto sono i “giochi senza tempo” che hanno formato intere generazioni di persone e sono alla base della nostra identità culturale. Sarà bello vedere genitori e figli scoprire e riscoprire la palla avvelenata, mazza e pizzarieddhu, la campana, o le belle statuine. Nello stesso tempo sarà altrettanto importante trasmettere il valore del gioco, la sua importanza nella crescita dell’uomo e nel rispetto degli altri, valori presenti e documentati sin dall’antichità come testimoniano le nostre

collezioni”, così commenta l’iniziativa la Consigliera delegata alla Cultura Simona Manca.

 

Con il ricorso alle raffigurazione sulle ceramiche greche e apule delle collezioni archeologiche del museo, si racconteranno i giochi greci per eccellenza, quelli olimpici, e le gare eroiche in onore delle divinità. I piccoli visitatori e i loro genitori, potranno immergersi nel clima straordinario di una olimpiade antica con le corse delle bighe, il salto in lungo, il lancio del giavellotto e il lancio del disco, e comprendere quanto fosse importante “il gioco” nella cultura greca, quanto esso fosse espressione massima del vivere “alla greca”, dunque in modo “buono, bello e giusto”.

 

Si proseguirà poi con i giochi infantili, ancora oggi così attuali e così presenti tra i reperti del Castromediano, dai sonagli ai carretti e alle bambole di terracotta, e quindi con quelli per adulti, che si svolgevano nel segreto dei ginecei o sotto i porticati dei ginnasi o, ancora, nelle sale per banchetti, cogliendo tutti i possibili collegamenti e le eredità con i tradizionali giochi di strada praticati fino a pochi decenni fa, dei quali, spesso, genitori e nonni hanno ancora viva memoria.

 

La visita guidata tematica terminerà in Pinacoteca con i giochi da osteria e da strada raccontati dai pittori e dagli scultori salentini dell’800 e ‘900

 

Si passerà, infine, alla vera e propria attività ludica, articolata in giochi di strada e giochi da museo, negli spazi adeguatamente preparati ed allestiti per accogliere i giovani visitatori ed i loro familiari e consentire a tutti una partecipazione attiva al momento ludico.

 

Nell’organizzazione e nella realizzazione delle attività didattiche saranno impegnate le diverse professionalità presenti in organico al Museo Provinciale, liberi professionisti in ambito museale, studenti dell’Istituto di Istruzione secondaria superiore I.I.S.S. Calasso con progetto di Alternanza scuola lavoro.

 

Le Giornate Europee del Patrimonio 2016 (GEP), manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea, si propongono di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. All’iniziativa il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo aderisce quale occasione di straordinaria importanza per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società italiana.

 

Corrado Ficco

 

 

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment