Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàGIORNATA SALUTE MENTALE: MENO RICOVERI VOLONTARI A CAUSA DEL COVID

GIORNATA SALUTE MENTALE: MENO RICOVERI VOLONTARI A CAUSA DEL COVID

GIORNATA SALUTE MENTALE: MENO RICOVERI VOLONTARI A CAUSA DEL COVID

Uno studio confronta i dati del periodo COVID-19 con il passato

Le pandemie possono modificare i tassi di ricovero volontario nei reparti psichiatrici nelle prime fasi successive all’insorgenza della pandemia.

Lo rivela uno studio apparso su Irish Journal of Psychological Medicine e di cui è coautore il professor Giovanni De Girolamo (Irccs Fatebenefratelli, Brescia), che ha preso in esame i ricoveri psichiatrici registrati in 7 reparti psichiatrici lombardi nel corso di 40 giorni (21 febbraio-31 marzo 2020) dopo l’inizio dell’epidemia di COVID-19 in Italia, in confronto ad un analogo periodo di 40 giorni predential 21 febbraio, e a due periodi (ciascuno di 40 giorni) del 2019.

Nei 40 giorni successivi all’inizio della pandemia in Lombardia si è registrata infatti una netta riduzione dei tassi di ricovero psichiatrico; questa riduzione era riscontrabile per i ricoveri volontari, mentre non si è registrata una sensibile riduzione per i cosiddetti Trattamenti Sanitari Obbligatori. «La riduzione dei tassi di ricovero può essere ascritta al timore di recarsi in ospedale, visto come possibile sito di contagio, così come a un cambiamento della ‘soglia’ di tolleranza di  problemi comportamentali che agiscono come stimolo per le richieste di ricovero da parte dei familiari o dei medici curanti.

In altre parole, durante una situazione eccezionale, come quella vissuta nei mesi passati, si potrebbe essere più propensi a tollerare comportamenti che in altri momenti potrebbero innescare, nel caso di persone affette da disturbi mentali, una richiesta di intervento e sfociare in un ricovero.

Un’altra spiegazione può anche riferirsi alla forzosa diminuzione delle situazioni ‘sociali’, quali discoteche, bar, ecc., in cui vi è un maggior rischio di fare abuso di sostanze o di alcool, il che a sua volta favorisce il contatto con servizi di emergenza. Va sottolineato che una simile riduzione dei ricoveri psichiatrici è stata riscontrata nel corso della 2a guerra mondiale, e nei periodi successivi a catastrofi quali terremoti, alluvioni, ecc».

(Fonte: AgenPress.it)

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment