Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàUNA GIOVANE CAVALLINESE IN LIZZA PER LA “PIÙ BELLA DEL PAESE”.

UNA GIOVANE CAVALLINESE IN LIZZA PER LA “PIÙ BELLA DEL PAESE”.

UNA GIOVANE CAVALLINESE IN LIZZA PER LA “PIÙ BELLA DEL PAESE”.

Erika

Erika Striani tra le concorrenti per il titolo di Miss Italia 2016

Si chiama Erika Striani la ventiduenne cavallinese che domani sarà tra le partecipanti delle Prefinali Nazionali del Concorso di Miss Italia. Nata il 5 aprile 1994, Erika frequenta il terzo anno di Biologia della nutrizione, ha partecipato alla prima tappa provinciale, svoltasi a Lecce riuscendo ad aggiudicarsi per prima in Italia la fascia dello sponsor Tricologica, qualificandosi così per le finali regionali. Successivamente ha partecipato alla prima finale regionale, svoltasi presso la struttura Voi Hotel Alpitour di Alimini Otranto, riuscendo ad aggiudicarsi il primo posto con il pieno consenso dell’intera giuria, conquistando il titolo di Miss Alpitour Puglia, titolo che le consente di accedere alla finale nazionale di miss Italia come prima pre-finalista pugliese. Le finali nazionali si terranno a settembre a Jesolo.

«La partecipazione di una giovane concittadina ad un Concorso – dichiara il Sindaco di Cavallino Avv. Bruno Ciccarese – quello di Miss Italia, che da sempre rappresenta il sogno di migliaia di ragazze italiane e identifica la bellezza femminile della nostra Nazione, ci riempie di vero orgoglio. Ad Erika va, pertanto, il plauso della Civica Amministrazione per i lusinghieri risultati raggiunti finora e il fervido augurio di vittoria nella competizione».

«Erika Striani rappresenta una delle eccellenze dei nostri giovani cavallinesi – aggiunge l’Assessore alle Politiche giovanili e allo Sport, Geom. Tony Palermo – L’intelligenza, la preparazione, oltre che la bellezza della nostra Concittadina, saranno certamente le armi vincenti per sperare in un’agognata vittoria al Concorso che per Erika rappresenterebbe un meritato traguardo».

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment