Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàGUAGNANO: IN CINQUE SFONDANO UNA GIOIELLERIA E RUBANO PARTE DELLA MERCE ESPOSTA

GUAGNANO: IN CINQUE SFONDANO UNA GIOIELLERIA E RUBANO PARTE DELLA MERCE ESPOSTA

GUAGNANO: IN CINQUE SFONDANO UNA GIOIELLERIA E RUBANO PARTE DELLA MERCE ESPOSTA

gazzella-auto-arma-dei-carabinieri

Col più classico dei sistemi previsti da una “spaccata” a Guagnano, nel cuore della notte, cinque banditi hanno attuato una rapina ai danni di un laboratorio orafo e negozio d’argenteria e orologi. Alcuni dei banditi sono stati immortalati dalle videocamere di sorveglianza. Tutti incappucciati con il loro operato hanno dato l’impressione di essere ben organizzati: sono arrivati davanti alla gioielleria “Preziosi d’arte”, in via Vittorio Veneto, a bordo di due autovetture: un’Alfa Giulietta rossa e una Fiat Punto. La prima impiegata poi come mezzo di fuga con il bottino, la seconda, da usare come ariete per sfondare la vetrata. In tre, due uomini sono rimasti alla guida dei mezzi, sono entrati nel negozio dopo aver forzato la saracinesca esterna, e aver usato la Punto in retromarcia, per mandare in frantumi i vetri. I cristalli sono esplosi e i malviventi sono riusciti a fare irruzione. Poco il tempo a disposizione per cui si sono concentrati sugli espositori più vicini all’ingresso. Arraffato di fretta quello che hanno potuto, si sono dileguati tutti e cinque a bordo dell’Alfa, abbandonando la Punto sul posto, dove sono arrivati i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Campi Salentina e della stazione locale.

Naturalmente la Punto è risultata rubata, come, quasi certamente, lo è anche la Giulietta, di cui, in ogni caso, pur ricercata fino alle prime ore del giorno, sembra sparita nel nulla.

Il bottino deve essere ancora quantificato. I filmati sono stati acquisiti nella speranza che svelino dettagli utili all’indagine. Nell’arco di 6 anni lo stesso negozio è stato messo a dura prova da ben 3 colpi incluso quest’ultimo.  Uno dei partecipanti al penultimo colpo (2014) fu arrestato dai Carabinieri il pomeriggio dello stesso giorno della rapina.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment