Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàGUARDIA DI FINANZA: SEQUESTRATI 330 CHILOGRAMMI DI MARIJUANA

GUARDIA DI FINANZA: SEQUESTRATI 330 CHILOGRAMMI DI MARIJUANA

GUARDIA DI FINANZA: SEQUESTRATI 330 CHILOGRAMMI DI MARIJUANA

20161020_062111     20161020_062337

La droga era occultata all’interno di un furgone condotto da un italiano residente in Roma. Nella scorsa notte, le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Lecce hanno arrestato un italiano alla guida di un furgone mentre trasportava 330 kg di marijuana.

L’operazione di servizio, condotta dalle unità specializzate del Gruppo Operativo Antidroga, si è sviluppata nel giro di poche ore allorquando alle 23.30 circa, una pattuglia delle fiamme gialle, durante un servizio di prevenzione finalizzato al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti,notava, in località Serranova(BR), un furgone di colore bianco che procedeva con andatura incerta, a tratti incrementando la velocità di crociera per poi rallentare repentinamente.

I finanzieri, la cui attenzione veniva attratta dalla anomala condotta di guida, tipica di chi vuole sottrarsi ad un eventuale pedinamento, si ponevano, a dovuta distanza, al seguito dell’automezzo effettuando preliminari riscontri sull’intestatario del furgone, risultato appartenere ad una società di autonoleggio con sede in Roma.

A questo punto, insospettiti dalle ricorrenti anomalie, i finanzieri dopo aver richiesto l’intervento di un’altra pattuglia di supporto, raggiungevano il furgone, che nel frattempo si era immesso sulla S.S. 379 in direzione Bari, per sottoporlo a controllo. Dopo un timido tentativo di fuga il furgone veniva fermato nei pressi di una piazzola di sosta della Strada Statale.

All’interno del vano di carico dell’automezzo, condotto da un soggetto nato e residente nella Capitale,G.L. classe 1967, i militari rinvenivano, occultati sotto un telo di colore azzurro, 15 voluminosi involucri di marijuana dal peso complessivo di 330 kg, confezionati con nastro adesivo e cellophane, secondo modalità tipicamente usate dai trafficanti albanesi per proteggere lo stupefacente dall’acqua durante la traversata dell’Adriatico.

La sostanza stupefacente, il cui valore sul mercato si aggira intorno ai 500.000 euro, è stata posta sotto sequestro unitamente all’automezzo utilizzato per il trasporto ed a tre telefoni cellulari rinvenuti in seguito all’ispezione del furgone.

Il corriere, è stato tratto in arresto e su disposizione della locale Autorità Giudiziaria è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.