Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportIL DOPO DERBY

IL DOPO DERBY

IL DOPO DERBY

Mauro Meluso: “i ragazzi stanno dimostrandosi all’altezza di quanto noi speravamo da loro”

Mauro-Meluso-09

Contro un avversario nettamente meno dotato al Lecce sono bastati minuti al Lecce per archiviare la pratica Taranto. Con un rigore (generoso, anche se c’era un fallo su Caturano) trasformato da Lepore, e il raddoppio di Torromino  seguiti, quasi per forza d’inerzia, dal terzo gol di  Doumbia nel finale di gara, il derby che tornava dopo 24 anni, è sttao archiviato con un punteggio netto come pochi nella storia. Manca ancora un punto, alla certezza matematica del secondo posto per questo Lecce che, in ogni caso, con i 71 punti attualmente in classifica ha eguagliato il monte punti conquistato dal Benevento la scorsa stagione che sono valsi ai giallorossi campani la promozione in serie B. Tutta colpa di un Foggia che sta andando come uno schiacciasassi visto che nelle ultime 13 partite ne ha vinte ben 12 spianando tutti gli avversari incontrati, compreso lo stesso Lecce, in quell’infausto derby.

Il blitz del Foggia a Caserta spegne in maniera quasi definitiva, manca solo la matematica anche in questo caso, le speranze di primo posto e al Lecce resta il dover preparare nel migliore dei modi i play off.

La partita col Taranto, in definitiva, non ha detto nulla di nuovo. Il Lecce, more solito, ha giocato un tempo a spron battuto e l’altro al risparmio; qualcuno si è beccata un’ammonizione (Perucchini) inutile (ma è la seconda consecutiva) mentre qualcun altro (Torromino) ha scaricato in un improvvisato spogliarello il nervoso per un annata non molto fortunata. Padalino, sempre oggetto di contestazione (pur se leggermente più soft) ha gestito la partita standosene seduto in panchina (“aveva un malessere dovuto ad una probabile forma influenzale” parole di Mauro Melsuo nel dopo partita) e andando via non appena l’arbitro ha chiuso le ostilità. È stato attuato un notevole turnover ma la cosa non è una novità e, sempre secondo Meluso è utile che tutti si applichino al massimo sino alla fine: “credo che sia importante stare sempre concentrati sino alla fine, perché così potremo arrivare nelle migliori condizioni al’eventuale impegno suppletivo per andare in serie B. Noi ci crediamo davvero”.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment