Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportIL LECCE AL MERCATO DI RIPARAZIONE NON TRALASCIANDO DI PENSARE ALL’UDINESE

IL LECCE AL MERCATO DI RIPARAZIONE NON TRALASCIANDO DI PENSARE ALL’UDINESE

IL LECCE AL MERCATO DI RIPARAZIONE NON TRALASCIANDO DI PENSARE ALL’UDINESE

Per il Lecce l’attività sociale si svolge su due fronti, sul primo la squadra e Liverani sono impegnati a preparare il primo appuntamento del 2020 per il Lecce contro l’Udinese, il giorno dell’epifania alle 18; sul secondo Mauro Meluso si muove sul mercato per trovare quei due/tre elementi necessari per completare la rosa, provvedendo, nello stesso tempo, a sistemare altrove quegli elementi che, ora, sono in soprannumero.    Contro l’Udinese Mancosu e compagni giocheranno uno scontro diretto per la salvezza e, tenuto conto degli ultimi avvenimenti, non ci si può permettere di sbagliare ancora. Non si tratta di conquistare la prima vittoria in casa, ma, piuttosto, di riprendere se npon a correre almeno a camminare spediti sulla strada che porterà alla salvezza. Per ovviare ad alcune deficienze riscontrate sinora, Meluso  si muove, come detto sul mercato con le idee chiare su dove e come puntellare la squadra. L’o svolgere delle gare finora giocate dicono chiaramente che bisogna guardare, soprattutto, al centrocampo, con pochi ricambi, e alla difesa che al momento è la più battuta del campionato e che nelle ultime due gare ha peggiorato le performances. Se poi si riuscisse a realizzare un sogno sarebbe quello di portare a Lecce il trequartista tanto agognato da Liverani: Riccardo Saponara.

In difesa c’è un grande elenco di nomi tra cui scegliere il “centrale difensivo” di sicuro affidamento. Si è partiti dai nomi già circolati quest’estate: Tonelli e Silvestre, ma negli ultimi giorni sono state avanzate altre ipotesi.

Col Torino pare avviato un sondaggio per Koffi Djidji – centrale franco-ivoriano, 27 anni, poco spazio in granata in questa prima parte di stagione (solo 7 presenze); con l’Udinese si potrebbe provare a intavolare un discorso per Bram Nuytinck. 29enne olandese, in Italia dal 2017.

Per il centrocampo, come mediano incontrista, il Lecce pensa a due calciatori del Cagliari: Ionita (più difficile da avere) e Deiola; ma c’è anche  Mehdi Bourabia, marocchino con cittadinanza francese, centrocampista del Sassuolo nato il 7 agosto 1991 a Digione; ed infine, sempre del Sassuolo, Luca Mazzitelli, romano classe 1995.

Ovvio, però, che Meluso debba cedere prima di comprare e quindi con la valigia pronta ci sono: Benzar, Imbula, Dumancic, Riccardi, Dubickas, Gallo, Lo Faso, Tsonev e Fiamozzi.

Per tutti ci sono possibilità di trovare casa altrove, si dovrà vedere con quale forma, ma è importante che vadano alleggerendo così il conto economico della società.

Ernesto Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment