Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCulturaKURUMUNY AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO

KURUMUNY AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO

KURUMUNY AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO

Con le nuove produzioni e tre incontri dedicati a CARMELO BENE nel ventennale della sua morte

Il 21 e 22 maggio, nello stand della Regione Puglia, presentazione delle tre nuove pubblicazioni che la casa editrice salentina, in collaborazione con l’Accademia Mediterranea dell’Attore e il Centro Studi Phoné, ha dedicato al genio del teatro, anche con la nascita della nuova collana “beniana”

“Nota Bene” di Piergiorgio Giacchè,

un’antologia di scritti scelti proposti dall’autore, amico e collaboratore di Bene: un viaggio a ritroso lungo vent’anni. Intervengono l’autore, Armando Petrini e Franco Perrelli  Sabato 21 maggio, ore 20.00

“Carmelo Bene e altre eresie” a cura di Franco Ungaro,

un percorso di inedite connessioni tra il più importante artista pugliese del Novecento e figure eretiche del Sud come Franco Cassano, Vittorio Bodini, Ernesto de Martino. Intervengono il curatore e Stefano De Matteis

Domenica 22 maggio, ore 16.30

“Dentro ‘l mal de’ fiori” di Alessio Paiano,

prima lettura critica integrale del poema “impossibile” di Bene. Intervengono l’autore e Jordi Valentini

Kurumuny ritorna al Salone internazionale del Libro di Torino, la cui XXXIV edizione si svolge dal 19 al 23 maggio al Lingotto Fiere. Nel più importante appuntamento italiano legato al mondo dell’editoria, la casa editrice salentina porta le sue ultime produzioni, romanzi e saggi oltre a testi di etnomusicologia, sempre all’insegna del dialogo fra tradizione e modernità, fra poetica della terra salentina e suo rinascimento. Così accanto alle collane storiche Kurumuny ne presenta di nuove, dedicate alla narrativa, alla poesia, alla world music. Tra queste, partecipando al Salone nello stand REGIONE PUGLIA (Padiglione OVAL, U138-V137), Kurumuny presenta le due ultime collane nate negli ultimi mesi e dedicate ad autori pugliesi ancora da scoprire ed approfondire: Declaro, tesa alla ripubblicazione dell’opera di Antonio L. Verri (1949-93), scrittore di Caprarica (Le) tra i protagonisti indiscussi dello scenario culturale salentino del secondo Novecento, e Beniana, dedicata a Carmelo Bene, nel ventennale della sua morte.

E sarà proprio al genio del teatro, al il più importante artista pugliese del Novecento, che Kurumuny dedicherà il suo focus a Torino, con tre incontri che vedranno la partecipazione di alcuni dei maggiori esperti conoscitori di Carmelo Bene.

Il 21 e 22 maggio, sempre nello stand della Regione Puglia, si terranno infatti le presentazioni delle tre nuove pubblicazioni che la casa editrice salentina, in collaborazione con l’Accademia Mediterranea dell’Attore e il Centro Studi Phoné, ha dedicato al grande attore, regista, drammaturgo e poeta pugliese, con l’intento di rinnovare il dibattito sulla sua opera, aprendosi anche ai contributi delle nuove generazioni di studiosi e indagando in maniera sempre più capillare la poetica di un autore che continua ancora oggi ad affascinare e sconcertare il pubblico.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment