Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLA CASARANO RALLY TEAM CONFERMA IL PROPRIO MOMENTO

LA CASARANO RALLY TEAM CONFERMA IL PROPRIO MOMENTO

LA CASARANO RALLY TEAM CONFERMA IL PROPRIO MOMENTO

Grande lavoro e ampie soddisfazioni. archiviata laTtarga Florio con “Pinopic” in evidenza ci si prepara al doppio impegno del Rally del Grappolo e del Camunia.

La Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team sta attraversando un periodo positivo. Intenso, anche per il grande lavoro che deve sostenere ed esaltante per i risultati che sta conseguendo.  Lo scorso fine settimana la compagine diretta da Pierpaolo Carra, si è messa in bella evidenza in un contesto prestigioso quale il Rally Targa Florio, la corsa automobilistica più antica del mondo, valida quale  terza prova del Campionato Italiano Rally Sparco. Il merito va ascritto a “PinoPic” alias Giuseppe Picciuca,  che alla sua quarta gara su una R5, la seconda su una Volkswagen Polo Gti, ha confermato i progressi in termini di prestazioni assolute già palesati in occasione del Rally Citta di Casarano. In coppia con il messinese Roberto Longo e a bordo dell’affidabilissima  tedesca messagli a disposizione dal team capitolino Step Five Motorsport, il trentunenne di Polizzi Generosa, si è reso autore di una prestazione convincente al cospetto dei più validi interpreti della disciplina e degli specialisti siciliani, facendo segnare tempi in costante progressione.“PinoPic” e Longo hanno ultimato la gara, preceduti da nomi illustri, in sedicesima posizione assoluta, giungendo quarti tra gli equipaggi siciliani. Per loro anche la soddisfazione di essere stati considerati da più parti come l’equipaggio più spettacolare nel corso della PS1 trasmessa in diretta tv su RaiSport. Più che sfortunata invece la gara di Sara Carra e Giovanni Barbaro, che sono stati costretti al ritiro dopo la speciale di apertura per un problema al gruppo frizione della piccola DR1 di classe R1A Nazionale fornitagli dal team campano LM Motorsport Racing Team. Purtroppo per loro non c’è stata, come invece si era inizialmente ipotizzato, nemmeno la possibilità di rientrare in gara dopo il ritiro con la formula del “Super Rally”, in quanto durante le fasi di riparazione della vettura è emerso un altro problema, stavolta irrisolvibile che ha interessato il cambio.

Archiviata l’avventura siciliana per la Casarano Rally Team gli impegni incalzano. Già questo fine settimana la squadra salentina sarà nuovamente rappresentata in due distinte e contemporanee gare valide per la Coppa Rally ACI Sport di Zona. Al 5°Rally del Grappolo, prima sfida stagionale per la Zona 1, di scena sulle colline Astigiane tra Langa e Monferrato, assisteremo al ritorno in gara a distanza di due mesi dal soddisfacente impegno del Motor Rally Show in quel di Castelletto di Branduzzo, della famiglia Menegaldo  con papà Massimo schierato a bordo della Skoda  Fabia R5 e il figlio Mattia al volante della Peugeot 208 R2B, ambedue preparate da Miele Racing.

Avendolo disputato nel 2019, Massimo  già conosce le difficoltà del percorso monferrino, fatto di staccate al limite, inversioni e zone rese scivolose da ghiaia e terriccio  e darà il meglio per ben figurare nella classe di vertice che conta 28 iscritti, tra i quali tantissimi nomi noti del rallysmo tricolore. Affiancato per la prima volta dalla giovanissima sandamianese Federica Scaglione, il driver brianzolo punta a raccogliere i primi punti nel CRZ ma anche nei trofei ad esso abbinato ossia l’R Italian Trophy, 1°raggruppamento e il Michelin Zone Rally Cup. Obiettivi simili, ma con un approccio un po’ più prudente, dettato dalla necessità di accumulare esperienza, quelli a cui ambisce anche il figlio Mattia che dopo aver rotto il ghiaccio nel Motodromo pavese, vincendo tra  gli Under 25, farà il suo debutto in un rally vero affidandosi per la lettura delle note alla cuneese Federica Botta. In R2B il primogenito di casa Menegaldo sarà opposto a 15 quotati avversari.

L’altro fronte su cui la Casarano Rally Team promette battaglia è il 7°Camunia Rally di scena in provincia di Brescia, valido come prova di metà cammino del CRZ Zona 2 e dove il genovese Davide Craviotto avrà il compito di raggranellare punti preziosi utili per proseguire la scalata ai vertici della coppa riservata alla classe R2B che attualmente lo vede in seconda posizione. Anche se non sarà certamente “l’uomo da battere” considerando che sulle strade della Val Camonica non vi ha mai scorso prima,  la determinazione a puntare ad un buon risultato rimane considerevole, così come la consapevolezza di disporre di una vettura, la Peugeot 208 Vti preparata da by Bianchi, all’altezza delle aspettative. Craviotto che sarà navigato dall’alessandrino Fabrizio Piccinini ha nelle sue mire non solo la coppa di zona di categoria ma anche la Michelin Zone Rally Cup dove detiene la leadership provvisoria, seppur in coabitazione e l’R Italian Trophy, dove invece occupa la settima posizione del raggruppamento 2.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment