HomeCronaca e Attualità LA GUERRA IN UCRAINA

 LA GUERRA IN UCRAINA

 LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il 246° giorno di guerra

Forze Kiev colpiscono deposito carburante a est

Un deposito di carburante nella città di Shakhtarsk occupata dai russi, nella regione ucraina di Donetsk (est), è in fiamme questa mattina dopo essere stato colpito dal fuoco di artiglieria ucraino: lo ha reso noto il governatore dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (Dpr), Vitaly Khotsenko, come riporta la Tass.   “Dodici serbatoi di carburante sono stati colpiti da una granata a Shakhtersk. Stiamo lavorando per evitare le conseguenze di questa situazione di emergenza sui consumatori eper prevenire la carenza di carburante”, ha scritto Khotsenko su Telegram.   Per il momento non si segnalano feriti o vittime.

 

Onu mapperà via satellite danni a cultura

Le Nazioni Unite utilizzeranno le immagini satellitari ‘prima’ e ‘dopo’ per monitorare i danni arrecati al patrimonio culturale ucraino dall’aggressione russa: la relativa piattaforma di tracciamento sara’ presentata “entro poche settimane”.    I danni, dal giorno dell’invasione ad oggi, riguarderebbero 207 siti culturali: 88 siti religiosi, 15 musei, 76 edifici di interesse storico e artistico, 18 monumenti e 10 biblioteche. Le aree più colpite si trovano nell’Ucraina orientale e intorno alla capitale: quella di Donetsk la più colpita con 59 siti culturali danneggiati, seguita da Kharkiv con 51, Kiev con 30 e Luhansk con 25.

Diversi attacchi aerei hanno colpito Kiev

Diversi attacchi aerei hanno colpito Kiev questa mattina, secondo Oleksiy Kuleba, capo dell’amministrazione militare regionale di Kiev. Le forze di difesa aerea locali hanno neutralizzato alcuni “obiettivi nemici” volanti, ha detto. Non sono state segnalate vittime.

 

Borne, ingresso accelerato dell’Ucraina in Ue non auspicabile

L’ingresso accelerato dell’Ucraina nell’Unione Europea non è nell’interesse né dell’Ue né di Kiev,ha affermato ieri sera la premier francese Elisabeth Borne citata dai media russi.   “L’Ucraina ha ottenuto all’unanimità lo status di Paese candidato all’adesione all’Ue al Consiglio europeo di giugno. Il percorso per l’adesione è lungo e laborioso. Non ci sarà alcuna procedura accelerata o requisiti semplificati. Non sarebbe nell’interesse né dell’Ue né dell’Ucraina”, ha affermato la Borne secondo quanto riporta la Tass.   In un dibattito al Senato francese sulla guerra in Ucraina,la premier ha sottolineato che la Russia “dovrà rispondere per barbare violazioni delle leggi di guerra”, riporta da parte sua l’agenzia francese Afp.

 

Le forze russe attaccano Kyiv 

Il governatore della regione di Kyiv, Oleksiy Kuleba, ha riferito che le forze russe hanno preso di mira una delle comunità della regione di Kyiv. Kuleba non ha rivelato il luogo dell’attacco, ma ha detto che i soccorritori erano sul posto. Secondo le prime informazioni, non ci sono vittime, ha detto Kuleba.

 

Le forze russe colpiscono Zaporizhzhia

Il sindaco facente funzioni di Zaporizhzhia Anatoly Kurtev ha riferito che le forze russe hanno colpito la città e l’area circostante, causando un incendio. Al momento non sono disponibili informazioni su vittime e danni.

 

Biden: “Continuare sostenere Kiev, mantenere la Nato unita”

“Continueremo a sostenere l’Ucraina, insieme con i nostri alleati e partner nel mondo, mentre si difende dalla brutale aggressione della Russia”. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, incontrando i responsabili della difesa americana. “Dobbiamo mantenere la Nato forte e unita”, ha insistito Biden.

 

“Usa accelerano piani aggiornare armi nucleari in Europa”. Politico: Nuove bombe in dicembre per sostituire quelle datate

Gli Stati Uniti accelerano i piani per aggiornare il dispiegamento di nuove bombe nucleari nelle basi Nato in Europa. Lo riporta Politico citando alcune fonti, secondo le quali l’arrivo nel vecchio continente delle aggiornate bombe a gravità b61-12, in programma originariamente la prossima primavera, è ora previsto in dicembre. L’indiscrezione sulla sostituzione delle armi più datate con versioni nuove arriva in un momento di alta tensione in seguito alle minacce della Russia sul possibile uso del nucleare in Ucraina

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment