HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il 285° giorno di guerra

 

Notte di raid russi su Zaporizhzhia

Raid aerei russi sono stati condotti nella  notte sulla regione di Zaporizhzhia, nel sud dell’Ucraina, dove ha  sede la più grande centrale nucleare dell’Europa. Lo denuncia  Oleksandr Starukh, capo dell’amministrazione militare regionale di  Zaporizhzhia, condividendo su su Telegram alcune immagini  dell’attacco. I raid hanno danneggiato infrastrutture critiche e gli  edifici residenziali, ha affermato Starukh, aggiungendo che non ci  sono stati feriti o morti.

 

Mosca, attacco drone Kiev in regione russa Kursk

Un drone ha attaccato un aeroporto nella regione russa di Kursk, al confine con l’Ucraina, ha annunciato oggi il suo governatore dopo che ieri Mosca ha accusato Kiev di aver colpito due delle sue basi aeree con i droni.   A causa di un “attacco di droni nell’area dell’aeroporto di Kursk, un serbatoio di stoccaggio del petrolio ha preso fuoco.Non ci sono state vittime”, ha detto Roman Starovoyt sui social media.

 

Blinken: Mosca cercherà una finta pace per riarmarsi

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato che la Russia potrebbe cercare un modo per ritirarsi dall’Ucraina senza negoziare una pace duratura. Parlando al Ceo Council Summit di Washington, organizzato dal Wall Street Journal, il capo della diplomazia Usa ha detto che il governo di Kiev deve decidere gli scopi futuri della guerra e i termini con cui intende fermarla. Ma anche messo in guardia sulla possibilità che la Russia possa cercare una finta uscita in modo da recuperare forze e prepararsi a un nuovo attacco. “Una delle cose che potete immaginare – ha detto – è che la Russia stia cercando una via d’uscita”. “Ma – ha aggiunto – a meno che la Russia non dimostri di essere interessata in un’opera diplomatica seria, non andrà da nessuna parte. Quello che vogliamo vedere è solo una pace durevole, non una pace finta”.

 

Il governatore: Mosca sta bombardando Zaporizhzhia

Il governatore della regione di Zaporizhzhia, Oleksandr Starukh, ha riferito che la Russia ha attaccato la periferia della città di Zaporizhzhia nella notte del 6 dicembre. Uno dei missili ha colpito la comunità di Stepne. A seguito dell’attacco sono state danneggiate infrastrutture critiche ed edifici residenziali. Secondo le informazioni preliminari, non ci sono vittime, ha dichiarato Starukh.

 

Mosca: Tre soldati sono stati uccisi da attacchi di droni ucraini in territorio russo

Il Ministero della Difesa russo ha dichiarato riconosciuto formalmente che ieri tre soldati sono stati uccisi e quattro sono stati feriti da attacchi di droni al campo d’aviazione Dyagilevo, vicino alla città di Ryazan, e alla base aerea militare Engels-1, nella regione di Saratov. In Ucraina altre quattro persone sono state uccise dagli attacchi russi di ieri pomeriggio in Ucraina.

 

Il governatore: “Metà della regione di Kiev resterà senza corrente per giorni”

Circa la metà della regione che circonda la capitale ucraina rimarrà senza elettricità per i prossimi giorni dopo gli attacchi missilistici russi alle strutture elettriche, ha dichiarato il governatore regionale di Kiev. Gli attacchi di ieri, che hanno fatto ripiombare parti dell’Ucraina nel gelo, sono stati gli ultimi di settimane di attacchi che hanno colpito le infrastrutture critiche e tagliato il calore e l’acqua a molti. Kyiv, una città di circa 3 milioni di persone, sembra essere riuscita a evitare gravi danni. Ma la regione di Kiev, che non comprende la capitale e che prima della guerra aveva una popolazione di circa 1,8 milioni di abitanti, è stata duramente colpita. “Nei prossimi giorni, circa la metà della regione sarà senza elettricità”, ha dichiarato Oleksiy Kuleba, il governatore della regione, nella tarda serata di lunedì.

 

Mosca non rinuncerà al controllo della centrale nucleare di Zaporizhzhia per creare una zona di sicurezza nucleare

“Il ritiro della Russia dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia o il trasferimento del controllo su di essa a qualche ‘terza parte’ è fuori questione”, ha dichiarato ieri sera la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. una smentita diretta al direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Rafael Grossi, che il 2 dicembre aveva ipotizzato di raggiungere un accordo con la Russia e l’Ucraina sulla protezione della centrale nucleare di Zaporizhzhia entro la fine dell’anno.

 

Zelensky: Firmare accordi con questi terroristi non porterà pace

“Con l’attacco missilistico di oggi la Russia ha celebrato l’anniversario del memorandum di Budapest. Il destino di questo documento dà risposte a molte domande attuali sulla Russia. Firmare semplicemente qualcosa con questi terroristi non porterà la pace. Sicuramente romperanno qualsiasi accordo raggiunto con loro. Cedere alla Russia qualsiasi elemento della sicurezza di qualcun altro significa nuova guerra”. Così il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, sul suo canale Telegram. “Solo lo smantellamento delle capacità terroristiche russe, la liberazione di tutti i nostri territori e l’obbligo di rendere conto degli assassini porterà la pace. Credo che arriveremo a questo”, ha aggiunto Zelensky.

 

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment