HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il 328° giorno di guerra

 

Sale a 18 il numero delle vittime dell’elicottero precipitato

E’ salito a 18 il numero delle vittime dell’elicottero dei Servizi di emergenza ucraini caduto oggi nella regione di Kiev: lo ha reso noto su Facebook il capo della polizia nazionale, Ihor Klymenko, come riporta Ukrainska Pravda. Klymenko ha inoltre indicato che il bilancio dei bambini morti è salito a tre.   Secondo il capo dell’amministrazione militare regionale, Oleksiy Kuleba, i feriti sono 29.

 

Lavrov: Usa come Hitler

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, nel corso della sua conferenza stampa annuale, ha paragonato quelle che ha definito le azioni degli Stati Uniti per creare una coalizione contro la Russia a quelle di Adolf Hitler contro l’Urss. “Come Napoleone mobilitò quasi tutta l’Europa contro l’Impero russo, come Hitler mobilitò e catturò, mise sotto le armi la maggior parte dei Paesi europei e li scagliò contro l’Unione Sovietica, ora gli Stati Uniti hanno organizzato una coalizione di quasi tutti gli europei, membri della Nato e non solo, membri anche dell’Ue, e attraverso l’Ucraina, per procura, stanno conducendo una guerra contro il nostro Paese con lo stesso compito, la soluzione finale della ‘questione russa’”, ha detto Lavrov.

 

Michel: fornire carri armati e più armi a Kiev

“Da quasi un anno la Russia sta perseguendo una strategia della distruzione e del terrore, provando a sottomettere il popolo ucraino. Abbiamo assistito a questa strategia a Bakhmut, a Soledar e, più di recente, a Dnipro. Ma gli ucraini stanno resistendo e l’Unione europea continuerà a sostenerli per tutto il tempo necessario con il nostro sostegno militare grazie all’aumento della Peace facility europea” e “personalmente sono d’accordo con la fornitura di carri armati all’Ucraina”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, nel suo intervento al Parlamento europeo a Strasburgo.

 

Lavrov: negoziati con Zelensky fuori questione

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, nel corso della sua conferenza stampa annuale, ha escluso la possibilità di colloqui con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. “Non si può parlare di negoziati con Zelensky, se non altro perché ha vietato legalmente i negoziati con il governo russo”, ha dichiarato Lavrov.

 

Sono 16 i morti nello schianto dell’elicottero nei sobborghi di Kiev

Sono almeno 16 i morti nello schianto di un elicottero in un sobborgo di Kiev: lo ha detto la polizia ucraina.Il capo della polizia nazionale Ihor Klymenko ha spiegato che nove dei morti erano a bordo dell’aereo, che si è caduto vicino a un asilo e a un edificio residenziale nel sobborgo orientale di Brovary. Due dei morti erano bambini, ha aggiunto. Altre 22 persone sono ricoverate in ospedale, tra cui 10 bambini, ha poi sottolineato Klymenko.

 

Ministro Interno ucraino morto in schianto elicottero nella regione Kiev, 16 vittime, anche bambini

Il ministro degli Interni ucraino Denys Monastyrskyi è morto nello schianto dell’elicottero caduto vicino ad un asilo a Brovary, nella regione di Kiev. Tra le vittime anche il suo vice Yevhen Yenin e il segretario di Stato del Ministero degli affari interni. Lo riferiscono i media ucraini citando il capo della polizia nazionale Ihor Klymenko, precisando che 9 dei morti erano a bordo dell’aeromobile

 

Elicottero caduto su un asilo nella regione di Kiev, 5 morti, anche bambini

L’elicottero precipitato oggi vicino a un asilo nella regione di Kiev ha provocato almeno cinque morti, inclusi bambini: lo ha reso noto la portavoce della Polizia nazionale della regione, Iryna Prianyshnykova, come riportano i media ucraini. “Un elicottero è precipitato, è successo vicino a un asilo.Al momento si parla di cinque persone morte”, ha detto Prianyshnykova aggiungendo che tra le vittime ci sono anche bambini.   Secondo le prime informazioni, nell’asilo è scoppiato un incendio.

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment