HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il centotreesimo giorno di guerra

Zelensky fa visita a truppe su linea orientale Kiev

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha visitato ieri le truppe sulla prima linea orientale del Paese, per comprendere la posizione dei difensori ucraini mentre l’assalto russo al Donbas continua. Secondo un comunicato diffuso dal suo ufficio, Zelensky ha visitato i posti di comando e le posizioni in prima linea delle truppe ucraine nell’area di Bakhmut nella regione di Donetsk e Lysychansk nella regione di Luhansk. “Il presidente ha ascoltato informazioni sulla situazione operativa in queste parti del fronte, e ha avuto un rapporto sulla logistica dei difensori ucraini”, si legge nella nota. All’inizio della giornata di ieri, Zelensky aveva visitato le truppe in prima linea nella regione sud-orientale di Zaporizhzhia.

 

Londra invia i primi missili a lungo raggio M270: possono colpire obiettivi fino a 80 chilometri

Il Regno Unito sta inviando i suoi primi missili a lungo raggio in Ucraina. Lo ha affermato il segretario alla Difesa Ben Wallace, spiegando che il sistema missilistico a lancio multiplo M270 aiuterà l’Ucraina a difendersi dalla Russia. Il governo del Regno Unito non ha confermato quante armi verranno inviate, ma secondo la BBC inizialmente saranno tre. La decisione è stata coordinata con gli Stati Uniti, che hanno annunciato la scorsa settimana di fornire anche un sistema missilistico. Il governo di Londra ha affermato che l’esercito ucraino sarà addestrato su come utilizzare le armi nel Regno Unito nelle prossime settimane. “Mentre le tattiche della Russia cambiano, anche il nostro sostegno all’Ucraina deve cambiare”, ha detto Wallace: “Questi sistemi di lancio multiplo ad alta capacità consentiranno ai nostri amici ucraini di proteggersi meglio dall’uso brutale dell’artiglieria a lungo raggio che le forze di Putin hanno usato indiscriminatamente per radere al suolo le città”. Il sistema di missili a lancio multiplo del Regno Unito può sparare 12 missili in un minuto e può colpire obiettivi entro 80 chilometri con una precisione millimetrica, molto più lontano dell’artiglieria attualmente in possesso dell’Ucraina.

 

Spazio aereo chiuso per Lavrov: salta visita in Serbia Bulgaria, Macedonia del Nord e Montenegro

Durante un’intervista a La7, la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria

Zakharova ha confermato che i paesi confinanti con la Serbia hanno chiuso il loro spazio aereo agli aerei del ministro Sergey Lavrov, impedendogli così di raggiungere Belgrado. “I paesi confinanti con la Serbia hanno chiuso l’unica rotta aerea all’aereo di Sergey Lavrov che doveva partire per la Serbia. La delegazione russa avrebbe dovuto tenere colloqui a Belgrado, mentre i paesi membri dell’UE e della NATO hanno chiuso il loro spazio aereo”, ha detto Zakharova.Il quotidiano serbo Ve·ernje Novosti, spiega l’agenzia russa TASS, aveva riferito in precedenza che Bulgaria, Macedonia del Nord e Montenegro avevano chiuso il loro spazio aereo all’aereo di Lavrov in partenza per la Serbia.

 

Allerta Usa, in arrivo in Africa navi russe con ‘grano rubato’

Gli Stati Uniti hanno allertato 14 Paesi, in gran parte in Africa, che navi russe piene di quello che un cable del dipartimento di Stato americano definisce “grano ucraino rubato” potrebbero essere dirette verso di loro, ponendo il dilemma di cosa fare: beneficiare di possibili crimini di guerra e dare un dispiacere al potente alleato occidentale o rifiutare il grano a buon mercato in un periodo in cui il suo prezzo sta impennandosi e centinaia di migliaia di persone sono affamate.   Un dilemma che, secondo alcuni esperti contattati dal New York Times, lascerà solo la seconda scelta a molti di questi Paesi, sia per il grande numero di persone sull’orlo della carestia sia per la loro forte dipendenza dall’acquisto di armi russe.   Il cable diplomatico americano identifica per nome tre cargo russi sospettati di trasportare il grano. L’allarme lanciato da Washington rinforza le accuse del governo ucraino secondo cui Mosca ha rubato sino a 500 mila tonnellate del suo grano, per un valore di 100 milioni di dollari, trasferendolo nei porti in Crimea e poi caricandolo sulle navi.

 

Putin: paesi europei sono stati miopi su politica energetica

Il presidente russo Vladimir Putin, in un’intervista al canale televisivo statale Rossiya-1, registrata venerdì (e di cui erano state date anticipazioni) ma trasmessa integralmente oggi, ha incolpato “la politica miope dei paesi europei, e soprattutto della Commissione europea, nel settore energetico” come una delle ragioni della crisi del mercato alimentare ed energetico. Lo riporta la Cnn. “Tra le altre cose – afferma Putin – gli europei non hanno ascoltato le nostre richieste urgenti di preservare i contratti a lungo termine per la fornitura dello stesso gas naturale ai paesi europei.

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment