HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il 149° giorno di guerra

Erdogan mette d’accordo russi ed ucraini

Oggi viene firmato ad Istanbul l’accordo fra le due parti in conflitto. Russia ed Ucraina, con la Turchia che ospita la firma dell’intesa, sbloccano l’invio al resto del mondo di venti milioni di tonnellate di grano dal porto di Odessa. In realtà non era l’Ucraina a bloccare l’esportazione quanto l’invasione russa a condizionarla.

 

Zelwnski ringrazia Draghi

Il presidente ucraino Zelenski ha ringraziato l’italiano Draghi per il sostegno incessante all’Ucraina in questi cinque mesi.

 

Zelensky: discussa fornitura armi moderne, aumentare attacchi

Le forze ucraine “hanno il potenziale per infliggere gravi perdite ai russi. Lo afferma il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un video diffuso nella notte dopo l’incontro con alti comandanti militari. Zelensky ha affermato che il gruppo ha discusso della fornitura di armi moderne, aggiungendo che gli attacchi alle forze russe devono essere intensificati.    “Abbiamo discusso della situazione attuale in prima linea, intorno all’Ucraina. Abbiamo definito compiti in alcune aree tattiche per rafforzare le nostre posizioni. E abbiamo anche elaborato a fondo la questione di fornire alle truppe armi moderne: l’intensità degli attacchi al nemico deve ancora essere aumentata”.

 

Kiev: Grazie agli HIMARS l’esercito russo ha iniziato a farsi prendere dal panico

Il consigliere del capo dell’ufficio presidenziale ucraino, Mykhailo Podolyak, si è spinto a sostenere che l’esercito russo ha iniziato a farsi prendere dal panico: “L’esercito russo, non appena abbiamo avuto gli HIMARS, ha iniziato a farsi prendere dal panico. I centri logistici e di munizioni sono sotto attacco, i centri decisionali tattici sono sotto attacco. In altre parole, tutto questo sta causando panico agli occupanti russi e la gente sul posto lo sente. Capiscono che tutto sarà diverso”, ha spiegato Podolyak.

 

ISW: La Russia non riesce a riprendere il ritmo dei progressi dopo la pausa operativa

L’Istituto per lo studio della guerra (ISW) scrive nel suo ultimo rapporto che l’attuale ritmo operativo russo non è significativamente diverso da quello che era durante la pausa operativa ufficialmente dichiarata tra il 7 e il 16 luglio. Anche ieri le forze russe hanno continuato a condurre attacchi minori senza conquistare alcun terreno decisivo.

 

Esercito Canada: Mosca non ha più la forza per raggiungere i suoi obiettivi

La Russia ha subito gravi perdite di uomini e attrezzature dall’inizio della guerra in Ucraina e non ha più la forza per raggiungere i suoi obiettivi nel paese. Lo affermano le forze armate canadesi in un’analisi della situazione sul campo di battaglia. Lo riporta unian. “A causa delle significative perdite di personale e attrezzature, la Russia probabilmente non ha più la capacità militare per realizzare le sue ambizioni in Ucraina”, sottolinea il rapporto.

 

Condividi con:

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment