HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il 153° giorno di guerra

Bombe russe hanno colpito stamattina Kharkiv

Kharkiv è stata colpita questa mattina dai bombardamenti russi. Il sindaco, Igor Terekhov, ha affermato che l’attacco delle forze russe e’ stato effettuato al centro della città.

Odessa nuovamente colpita dalle forze russe

Le forze russe hanno colpito ancora una volta la città portuale di Odessa, nel sud dell’Ucraina, nelle prime ore di questa mattina, riferiscono funzionari locali.

Usa donano 500 mila dosi di vaccino all’Ucraina

Gli Stati Uniti hanno donato quasi 500.000 dosi di vaccino COVID-19 all’Ucraina in collaborazione  con COVAX Facility. “Oggi, gli Stati Uniti hanno donato quasi 500.000 dosi di vaccino contro il  COVID-19 all’Ucraina, in collaborazione con COVAX”, scrive su Facebook l’ambasciata degli Stati  Uniti in Ucraina. “Siamo orgogliosi di supportare il popolo ucraino nella sua lotta contro il COVID-19.  Gli Stati Uniti rimangono #UnitedWithUkraine e questa spedizione ha dimostrato che non vacilleremo nel nostro impegno a sostenere il popolo ucraino nel mezzo della pandemia globale di  COVID-19 e mentre la Russia conduce la sua guerra non provocata, esacerbando questa e altre crisi  sanitarie e di sicurezza”.Come riportato, l’Ucraina ha consentito la seconda dose di richiamo del  vaccino COVID-19 per le persone di eta’ superiore ai 60 anni e per le persone di età compresa tra 18  e 59 anni che hanno una condizione medica che aumenta il rischio di una grave malattia COVID-19.  L’uso del vaccino mRNA e’ raccomandato per la seconda dose di richiamo.

Shevchenko visita scuola Save the children per rifugiati

La leggenda del calcio ucraino Andriy Shevchenko ha visitato a sorpresa una scuola estiva di Save  the Children a Varsavia per incontrare i bambini fuggiti dagli orrori della guerra nel suo Paese e ha chiesto un maggiore sostegno per la salute psicologica dei piccoli rifugiati. Da quando la guerra si è intensificata cinque mesi fa in Europa sono stati registrati almeno 5,8 milioni di rifugiati provenienti dall’Ucraina e si stima che la metà siano bambini, molti dei quali non hanno avuto accesso all’istruzione per settimane.

Usa: attacco russo a Odessa mette a rischio accordo grano

L’attacco della Russia al porto di Odessa mette a rischio l’accordo sulle esportazioni di grano. Lo afferma la Casa Bianca, sottolineando che gli Stati Uniti insieme alla comunità internazionale continueranno a valutare le opzioni per aumentare le esportazioni via terra.

Sunak-Truss contro Marina Gb in mar Nero per grano

Sia Rishi Sunak che Lizz Truss hanno escluso il dispiegamento della Marina reale britannica nel Mar Nero per proteggere l’export di grano ucraino. Truss, ministro degli Esteri, ha detto di “non essere pronta per il coinvolgimento diretto del Regno Unito nel conflitto”, aggiungendo che sarebbe “sbagliato” per Londra inviare truppe in un Paese non-Nato. L’ex cancelliere dello Scacchiere non ha escluso pubblicamente l’opzione ma ha preferito lodare la reazione di Londra all’invasione russa, mettendo l’accento su uno dei pacchetti di sanzioni economiche “più forti di sempre”.

 

 

 

Condividi con:

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment