HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il 209° giorno di guerra

Gli ucraini catturano un villaggio, la Russia perde il pieno controllo Lugansk

L’Ucraina ha riconquistato un villaggio vicino alla città orientale di Lysychansk, nel Lugansk. E’ stato il governatore di Lugansk, Serhiy Haidai, a rendere noto che le forze armate ucraine hanno il “pieno controllo” di Bilohorivka. “E’ un sobborgo di Lysychansk. Presto spazzeremo via questi infami. Passo dopo passo, centimetro dopo centimetro, libereremo tutta la nostra terra dagli invasori”. Il filmato condiviso su Telegram mostra i soldati ucraini che pattugliano a piedi una strada fatiscente.     La regione di Luhansk è sotto il controllo russo sin dai primi giorni dell’invasione, e dunque la riconquista del villaggio, che si trova a una novantina di chilometri da Lysychansk, costituisce una vittoria limitata ma di importanza simbolica perché indica che la Russia non ha più il pieno controllo della regione, che è stata uno dei principali obiettivi della guerra di Vladimir Putin.       Le forze russe avevano occupato l’intera provincia di Lugansk negli ultimi due mesi e mezzo e a luglio lo Stato maggiore ucraino aveva abbandonato, dopo lunghe ed estenuanti battaglie, le città di Sievierdonetsk e Lysychansk.

 

La ministra degli Esteri francese Colonna: mercoledì Macron apre incontro con Grossi (Aiea) e premier ucraino su Zaporizhzhia

La situazione alla centrale nucleare di Zaporizhzhia “rimane molto preoccupante, molto pericolosa”. Lo ha detto la ministra degli Esteri francese, Catherine Colonna, parlando con i giornalisti a New York a margine dell’assemblea generale Onu. Della situazione in Ucraina Colonna ha discusso al telefono con l’omologo russo Serghei Lavrov: in particolare hanno parlato di Zaporizhzhia, per la quale “il tempo stringe per stabilire una zona di sicurezza”. La ministra ha poi spiegato che il presidente francese Emmanuel Macron aprirà un incontro di lavoro sull’argomento mercoledì mattina con il direttore generale dell’Aiea Rafael Grossi e il primo ministro ucraino Denys Shmyhal.

 

Kiev critica verso il piano di pace del presidente messicano Obrador, che replica: è stato distorto

Il presidente del Messico, Andrés Manuel López Obrador, lamenta che il piano di pace da lui presentato sia stato ‘distorto” e che l’hanno messo “al fianco della Russia, cosa che ho già subito in passato”, in riferimento agli attacchi ricevuti in campagna quando gli avversari lo definirono candidato “dell’oro di Mosca”. Nei giorni scorsi, Kiev ha duramente criticato la proposta messicana definendola “il piano russo” e irridendo alla capacità di “pacificatore” di Lopez Obrador accusato di usare la guerra “per le proprie relazioni pubbliche”.

 

Berlusconi: Mediatore tra Russia e Ucraina assieme a Merkel? Non mi sottrarrei

“Io non mi sono offerto di fare nulla. Ho solo detto, rispondendo a una domanda, che se mi venisse chiesto di occuparmi di questa vicenda, e se fosse coinvolta anche la signora Merkel, di fronte all’orrore della guerra non mi sottrarrei dal fare un tentativo”. Lo ha detto il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi durante un’intervista a Telelombardia in merito ad un suo eventuale ruolo di mediazione nel conflitto tra Russia e Ucraina assieme all’ex cancelliera tedesca Angela Merkel.

 

Lavrov alla ministra degli Esteri francese: Kiev bombarda la centrale nucleare di Zaporizhzhia con armi occidentali

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, in un colloquio oggi con la sua omologa francese Catherine Colonna, ha affermato che le armi fornite dall’occidente all’Ucraina vengono utilizzate per colpire la centrale nucleare di Zhaporizhzhia. Lo riferisce l’agenzia di stampa Ria Novosti. “La parte russa ancora una volta ha sottolineato la necessità di smetterla di bombardare la centrale immediatamente e completamente e ha chiesto il lancio di un’indagine indipendente sui casi di attacco contro questa struttura”, ha affermato il ministero degli Esteri russo dando conto del colloquio telefonico.

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment