Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il quarantaduesimo giorno di guerra

Cina su Bucha: no a politica, accuse fondate su fatti                            La Cina chiede di “non politicizzare le questioni umanitarie” e alle agenzie umanitarie internazionali di mantenere “neutralità e imparzialità”, ma non condanna gli orrori di Bucha. “Le immagini dei civili morti a Bucha”, ha detto l’ambasciatore cinese all’Onu, Zhang Jun, citato in una nota della missione diplomatica cinese all’Onu, “sono profondamente inquietanti. Le circostanze e le cause specifiche dell’incidente dovrebbero essere verificate e stabilite. Ogni accusa deve essere basata sui fatti. Prima che il quadro completo sia chiaro, tutti dovrebbero esercitare moderazione ed evitare accuse infondate”.

Zelensky: “La Russia responsabile per i peggiori crimini di guerra dalla Seconda Guerra Mondiale                                                                  Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto alle Nazioni Unite che la Russia dovrebbe essere “ritenuta responsabile” per “i peggiori crimini di guerra” dalla Seconda Guerra Mondiale. Zelensky ha detto al Consiglio di Sicurezza che le forze russe hanno inviato “decine di migliaia” di ucraini in Russia dall’inizio della guerra, e che questo numero potrebbe aumentare.

Sindaco di Melitopol: “I macchinari rubati sono in Crimea e Cecenia                                                                                                          Le truppe russe hanno rubato e trasferito in Crimea e in Cecenia macchinari agricoli per un valore di 1,5 milioni di euro. Lo ha annunciato su  Facebook il sindaco di Melitopol Ivan Fedorov, riferisce Ukrinform.
“L’altro giorno hanno rapinato il cantiere di macchine agricole ‘Techmotor’ e hanno rubato macchinari ad Agro-invest per 1,5 milioni di euro”, ha detto Fedorov spiegando che tutte le apparecchiature sono dotate di navigatori gps e quindi è stato  possibile tracciarle. “La maggior parte delle attrezzature si trova in Crimea e alcune sono in Cecenia”, ha aggiunto il sindaco.

 Casa Bianca: “Russia dovrà scegliere, rischia fine riserve o default”    “L’obiettivo è costringerli a fare una scelta. La Russia non ha risorse illimitate, soprattutto ora, date le sanzioni paralizzanti che abbiamo messo in atto, sarà costretta a scegliere tra il prosciugamento delle riserve di dollari rimanenti, o nuove entrate, o il default”. Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Jens Psaki, citata da Cnn, a proposito delle nuove misure decise dagli Usa contro la Russia in relazione alla guerra in Ucraina. Ha continuato: “La parte più grande del nostro obiettivo qui è esaurire le risorse che Putin ha per continuare la sua guerra contro l’Ucraina, e per ovviamente causare più incertezza e difficoltà al loro sistema finanziario”, “rendendo più difficile per lui continuare a combattere la guerra”.

Twitter blocca Mosca su Bucha                                                                  Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov ha chiesto di ripristinare “immediatamente” l’accesso a un post del ministero che è stato bloccato da Twitter. Si trattava di una dichiarazione del ministero della Difesa russo su quanto accaduto a Bucha, dove i russi sono accusati di avere fatto una strage di civili. Nel tweet bloccato c’era una sintesi degli argomenti di Mosca sulla “provocazione nella città ucraina di Bucha”. Contrassegnato come “offensivo”, la sua diffusione è stata ostacolata.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment