Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è quarantacinquesimo giorno di guerra

Gli Stati Uniti continuano ad aumentare la pressione su Mosca in risposta all’invasione dell’Ucraina. Il presidente Biden ha firmato la legge che vieta le importazioni di energia dalla Russia e quella che interrompe le normali relazioni commerciali. Odessa nel mirino dei missili russi: dichiarato il coprifuoco fino a lunedì. “A Bucha l’umanità è andata in frantumi”: lo sdegno di Von Der Leyen in visita a Kiev. Standard&Poor’s taglia il rating a lungo termine di Mosca a “default selettivo”

Le operazioni militari russe, in Ucraina, “continuano a concentrarsi sulla regione del Donbass, a Mariupol e a Mykolaiv, supportate dai continui lanci di missili da crociera da parte delle forze navali”; e si prevede “che l’attività aerea russa aumenterà nel Sud e nell’Est del Paese a sostegno di questa attività”: e’ quanto rileva l’intelligence militare britannica nel suo ultimo aggiornamento della situazione sul terreno; intelligence che rileva come i militari russi continuino a colpire gli ucrani “non combattenti”, ovvero i civili.

Metsola (Ue): “Se cade l’Ucraina, verranno attaccati altri Paesi”      La presidente del Parlamento europeo, ospite dell’evento Live In Bari, ha spiegato perché il governo di Kiev abbia “bisogno urgentemente di più armi”. E sulle sanzioni è chiara: “Abbiamo fatto molto, ma possiamo fare molto di più. Serve valutare tutti gli embarghi possibili”. Guarda l’intervista integrale.

Tymoshenko: “Putin vuole ricostruire l’Urss, non si fermerà”       L’ex premier di Kiev: “Centinaia di giornalisti stanno documentando crimini di guerra”. Ringrazia l’Italia e l’Occidente per l’aiuto ricevuto, ma avverte: “Abbiamo bisogno di supporto militare”. Intervenuta anche la leader di +Europa Emma Bonino, che ha confermato: “L’Europa sta discutendo dell’embargo sul gas”. L’ex presidente polacco Walesa: “Putin dovrebbe stare in tribunale”.

Ucraina, spedite 220.000 dosi di atropina contro armi chimiche L’ente non governativo americano Direct Relief ha inviato “in Ucraina 220.000 fiale di atripina, che può mitigare gli effetti di armi chimiche come il gas sarin”. Lo ha fatto sapere, sul suo sito. la stessa organizzazione. In precedenza lo stesso tipo di antidoto era stato distribuito al personale sanitario impegnato in Siria dopo una serie di attacchi chimici occorsi nel 2017.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment