Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il sessantesimo giorno di guerra

Si combatte il 60° giorno di guerra e non è un giorno come gli altri, infatti, esattamente due mesi fa Vladimir Putin ordinò l’inizio dell’invasione che ha provocato poi migliaia di vittime e immani distruzioni. Questo anniversario coincide con la Pasqua ortodossa che non ha portato allo sperato cessate il fuoco: il presidente russo ha partecipato alla veglia di preghiera a Mosca mentre in Ucraina imperversa il terrore. Soprattutto attorno a Mariupol dove è stata scoperta una nuova fosse comune: sarebbero 28mila i civili uccisi nella città martire.

ODESSA tra le vittime un bimbo di cinque mesi                         Un bambino di cinque mesi è tra gli otto morti per i missili sganciati dai russi su Odessa. Oggi sono due mesi dall’invasione russa dell’Ucraina.

Agenzia per energia atomica: da Kiev richieste aiuti per le sue centrali

‘Ucraina ha fornito all’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) un elenco completo delle apparecchiature di cui Kiev afferma di aver bisogno per il funzionamento sicuro e protetto dei suoi impianti nucleari durante l’attuale conflitto: lo ha affermato il direttore generale dell’Agenzia, Rafael Mariano Grossi. I requisiti dettagliati delle apparecchiature presentati consentirebbero all’Agenzia di coordinare efficacemente e attuare la fornitura di sostegno all’Ucraina. Molti Stati membri dell’Aiea hanno espresso la disponibilità a offrire tale assistenza al Paese.

Argentina, non imporremo ‘sanzioni unilaterali’

Il governo argentino non considera le sanzioni contro la Russia un modo efficace per risolvere il conflitto in Ucraina, ha affermato il ministro degli Esteri argentino Santiago Cafiero in un’intervista all’agenzia di stampa nazionale Telam e ripresa da quella russa Tass. Cafiero ha osservato che le leggi argentine nemmeno consentono al Paese di imporre “sanzioni unilaterali. D’altra parte, l’Argentina propone un ritorno al dialogo, calmando la situazione. Non crediamo che l’imposizione di sanzioni e blocchi sia un modo produttivo per raggiungere la pace, il dialogo e i negoziati diplomatici”, ha detto il ministro

Kiev, riconquistati 8 insediamenti in regione Kherson 

Le forze armate ucraine hanno riconquistato otto insediamenti nella regione meridionale di Kherson, il cui capolouogo è sotto il controllo dei russi. Lo riferisce il Comando Operativo Meridionale delle forze di Kiev, secondo quanto riporta il Kyiv Independent.

 

Missili balistici russi a 60 chilometri dal confine

I russi hanno collocato missili balistici a corto raggio Iskander a 60 chilometri dal confine ucraino. Lo riferisce lo stato maggiore ucraino, secondo il quale le truppe di Mosca stanno inoltre bombardando le posizioni ucraine con mortai, cannoni e lanciarazzi su tutta la linea del fronte nel Donetsk

 

Oggi il segretario di Stato americano Antony Blinken, e il segretario della Difesa, Lloyd Austin saranno a Kiev. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ringraziato il premier Draghi per il sostegno italiano: “Lo aspetto qui”

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment