Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

LA GUERRA IN UCRAINA

Oggi è il sessantaduesimo giorno di guerra

Esplosioni anche in Transnistria, la regione separatista filorussa della Moldavia. 

Dopo due mesi dall’inizio della guerra, l’offensiva russa continua a concentrarsi sul Donbass e sul Sud dell’Ucraina. Nessuna tregua per la Pasqua ortodossa, malgrado gli appelli arrivati da più parti, e  Papa Francesco scrive al patriarca Kirill: “Operiamo per la Pace”. Mosca promette una tregua per evacuare i civili dalle acciaierie Azovstal, ultimo baluardo della resistenza ucraina a Mariupol. Ma si teme che Putin non si fermi all’Ucraina, che cerchi di arrivare alla filorussa Transnistria, ufficialmente ancora parte della Moldavia. Di questi giorni la visita del segretario di Stato americano Antony Blinken e del capo del Pentagono Lloyd Austin a colloquio a Kiev con il presidente ucraino Volodymir Zelensky. Oggi, invece, il segretario generale Onu, Antonio Guterres, vedrà Putin e poi Zelensky.

 

Mariupol: niente corridoi umanitari

Kiev smentisce il cessate il fuoco a Mariupol annunciato dalla Russia per fare evacuare i superstiti civili dalla acciaieria Azovstal. “I corridoi umanitari si aprono in base agli accordi delle due parti – precisa la vicepremier Iryna Vereschuk, su Telegram -. Il corridoio, annunciato unilateralmente, non fornisce sicurezza e quindi, di fatto, non è un corridoio umanitario”.

 

Putin torna a parlare in conferenza stampa

Ieri è tornato a parlare Vladimir Putin che in un discorso al direttivo della Procura generale russa ha accusato l’Occidente di voler “spaccare la società russa e distruggere la Russia dall’interno”. Il leader russo ha chiesto la fine delle “provocazioni contro le forze armate russe attraverso l’uso dei media stranieri” e ha ordinato misure immediate contro la diffusione di “fake news”, in risposta agli appelli su Internet per proteste non autorizzate. Oggi il ministro della Difesa del Regno Unito parla di 15mila soldati russi morti dall’inizio della guerra (quasi 22mila secondo Kiev). Appello del Papa al patriarca Kirill perché diventi “operatore di pace” in un Paese dilaniato dalla guerra.

 

Colpito un centro di trasmissione radio russa in Transnistria

Secondo quanto riferito dall’agenzia russa Tass, il centro di trasmissione della radio russa in Transnistria è stato colpito ed è saltato in aria.
Come nel caso dell’esplosione al ministero della Repubblica separatista filorussa, avvenuta ieri, le cause di quanto avvenuto oggi non sono chiare.
L’Ucraina e la Moldova temono che Mosca stia conducendo operazioni per spingere la Russia a dichiarare la necessità di andare a sostenere la popolazione russofona della Transnistria dai «soprusi» del governo moldavo — una formula identica a quella usata per lanciare l’«operazione militare speciale» in Ucraina.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment