Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO

LA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO

LA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO

IL LECCE A PARMA NON HA SAPUTO INGRANARE LA MARCIA GIUSTA

È finita col risultato ad occhiali (0-0) lo scontro tra Parma e Lecce ed è un risultato che scontenta tutti ma che nessuno ha fatto tanto per meritare di ottenere di più.

Che fosse una gara difficile era noto a tutti ed i due allenatori pur predicando intenti bellicosi alla ricerca di una vittoria alla fine hanno organizzato i rispettivi undici per non perdere prima di tutto poi se qualche episodio fosse stato favorevole, chissà, poteva scapparci anche la conquista dei tre punti.

Peccato che questo punto, alla fine potrebbe rivelarsi un punticino inutile per entrambe le squadre. Il fatto che tutti i dati della partita parlino sostanzialmente di valori simili o quasi alla fine rende ovvio il pareggio che forse non servirà al Lecce per la promozione diretta e neppure al Parma che vede allontanarsi il miraggio dei play off.

A Lecce molti tifosi cominciano a fare raffronti con la passata stagione e di sicuro non possono essere tacciati di eccessiva criticità, tutt’al più sono così innamorati della maglia giallorossa che non riescono a capire altre ragioni.

Quest’anno il Lecce ci ha abituati a lunghe serie di partite utili; nel girone di andata ha perduto la prima gara e poi ha alzato bandiera bianca di nuovo alla diciassettesima e così nel girone di ritorno, nelle dodici giornate sinora giocate ha perduto una sola volta (in casa contro il Cittadella) ed ha pareggiato in sette occasioni vincendo, quindi, solo quattro volte restando imbattuto prima per cinque partite e poi (dopo il Cittadella) per sei volte (serie ancora in corso)

Purtroppo però ora al campionato è applicata la norma dei tre punti in caso di vittoria e questo cambia molto le regole del cammino, un esempio il Lecce nelle ultime due trasferte (Cosenza e Parma) ha ottenuto due pareggi e quindi due punti se ne avesse, per ipotesi, perduta una e vinto un’altra ne avrebbe incamerati tre, quindi uno di più ecco perché la pareggite non è una dote appagante, anzi alla lunga è nociva. Si è vero non perdi molte partite ma alla fine resti dov’eri.

Altro esempio? Il Lecce con il Monza ha vinto entrambi i confronti. Ha quindi ottenuto sei punti a zero ma ora i brianzoli sono in vetta alla classifica con un punto di vantaggio sui giallorossi, che evidentemente si sono fatti risucchiare il bel gruzzolo di punti dei confronti diretti.

Morale? A partire dal prossimo impegno, per niente agevole, ma di partite facili non ce ne sono, il Lecce deve assolutamente puntare alla vittoria senza se e senza ma. Non interessa chi va in campo ma è necessario che chi lo fa dia tutto ed anche di più, caso contrario il prossimo anno staremo ancora in questo bellissimo ma terribile campionato che è la serie B

Eugenio Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment