HomeSportLA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO: SAMPDORIA-LECCE

LA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO: SAMPDORIA-LECCE

LA PARTITA VISTA IL GIORNO DOPO: SAMPDORIA-LECCE

UN LECCE QUANTOMAI IN PALLA COSTRETTO A FERMARSI PER I “MONDIALI”

Fosse possibile l’entourage del Lecce al completo, ma tutto l’ambiente sportivo giallorosso vorrebbe che questa settimana non finisse mai. È stata una settimana da sogno, infatti, per il Lecce di Marco Baroni che ha chiuso il trittico di impegni previsti con un successo, molto probabilmente, fondamentale nella corsa salvezza, sbancando Marassi con una prestazione praticamente perfetta grazie alle reti di Colombo e Banda.

Banda segna il gol del raddoppio

Prima di ieri il Lecce aveva conquistato un buon pareggio ad Udine ed una strepitosa vittoria contro un avversario difficile e scorbutico come l’Atatalanta, per questo credo che sia quasi un peccato che proprio ora si debba staccare il filo per rispettare la disputa dei “Mondiali”.

Udinese, Atalanta e Samp: tre partite molto diverse tra loro ma con un unico fil rouge quello di una crescita, quasi improvvisa, di una squadra che in questi tre match ha acquisito una sempre maggiore consapevolezza dei propri mezzi e dei propri difetti esaltando i primi e minimizzando i secondi.

Colombo festeggia il gol del vantaggio. per lui il terzo in campionato

Sempre con maggiore decisione Hjulmand e compagni hanno mostrato solidità, maturità e coraggio, i giovani talenti di cui si avvale Baroni, grazie anche a qualche mossa correttiva del mister, hanno messo in mostra il proprio talento e se con l’Atalanta sugli scudi sono andati Baschirotto e Di Francesco, al ploro primo gol in giallorosso, ma per il difensore-roccia si è trattato del primo in assoluto in serie A, a Udine come ieri è stata la volta di Colombo che al “Friuli” ha messo a segno un gol ripetendosi ieri a Genova dove peraltro ha fornito l’assist vincente a Banda che ha così realizzato, a sua volta, il primo gol in Italia.

A guardare bene tra i marcatori leccesi si scopre che ben cinque reti sulle quattordici segnate sono frutto di ragazzi nati dopo il 2001 un dato che è migliorato solo dal Napoli con sei gol fatti.

Ieri il Lecce è stato davvero superbo in ognuno dei giocatori scesi in campo, in ogni fase di gioco. Tutti hanno svolto il proprio lavoro in

maniera quasi perfetta rispettando le indicazioni di Baroni che confermando per dieci undicesimi la formazione iniziale della gara precedente ha attestato di aver trovato uomini e modulo per ottenere sul campo un perfetto equilibrio tra i reparti.

Attaccanti che assalgono in prima battuta il portatore di palla avversario e tornano sin dentro la propria area sono il giusto contraltare dei difensori che poi si spingono in avanti per dare man forte ai compagni per scardinare le difese avversarie. In definitiva lo scopo primo di ogni match è vincere ed il Lecce ha trovato la strada per farlo, peccato, ripeto, che con ieri si debba mettere il freno ed ora lavorare sul campo, ma non solo, per farsi trovare pronti alla ripresa il 4 di gennaio quando a arriverà in Salento un altro pezzo da novanta del nostro campionato: la Lazio.

Ma c’è tempo e quindi intanto godiamoci questi tre magnifici risultati che i ragazzi hanno conquistato.

Eugenio Luciani

Calendario, classifica e marcatori completa

Serie A e B: Vai Serie C: Vai Serie D: Vai Promozione: Vai Eccellenza: Vai

#ldgcalcio #lecceoggi ╰┈➤ #ilMioVAR – La partita il giorno dopo Vai Il cammino del Lecce Vai

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment