Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeL’ANGOLO DEDICATO AL LIBROL’ANGOLO DEDICATO AL LIBRO

L’ANGOLO DEDICATO AL LIBRO

L’ANGOLO DEDICATO AL LIBRO

LUCREZIA BORGIA DUCHESSA DI FERRARA di Antonio De Cristofaro

Lucrezia Borgia è in procinto di lasciare la sua città per andare a Ferrara e sposare Alfonso I d’Este diventando così duchessa di Ferrara.

È proprio dal matrimonio che ha inizio il racconto della sua vita, mostrata dall’interno, in modo coinvolgente dall’autore.

Catapultata in una realtà che non le appartiene, Lucrezia Borgia comincia a confrontarsi con la quotidianità alla corte estense.

Accanto a lei, il lettore affronterà nuove esperienze, avvertirà la sua felicità, ma anche il suo malessere e le sue delusioni. E riuscirà ad avere una visione diversa della Storia, dall’interno, riflettendo sulla scrittura delle vicende che possono essere raccontate da punti di vista che in alcuni casi si discostano dalla realtà precedente.

“Così il 20 dicembre del 1497 il matrimonio fu dichiarato nullo e Lucrezia, alla giovane età di diciassette anni, era di nuovo libera di contrarre matrimonio. Nella realtà la storia era molto diversa, lei aveva soggiaciuto al marito, ma per motivi politici, perché sia al Papa che al fratello Cesare non faceva più comodo l’alleanza con la casa degli Sforza, si trovò la scappatoia dell’impotenza del marito per renderla libera.”

In questo libro, un po’ saggio, un po’ romanzo, lo scrittore Antonio De Cristofaro riesce nell’intento di coinvolgere pienamente il lettore. Lo fa con aneddoti, intessendo storie su vicende reali, portando alla riflessione, facendo appassionare a questa donna al servizio della famiglia. Una donna con un passato burrascoso a causa delle sue origini, figlia illegittima del Papa, che non ha potuto scegliere.

I suoi matrimoni, infatti, le sono stati imposti dal padre per cercare alleanze fruttuose, ma nonostante tutto Lucrezia Borgia è riuscita a far valere le sue ragioni, a far parlare di sé per la sua intelligenza, la sua astuzia e la sua bellezza.

Ha mostrato la sua dignità, la sua forza e le sue capacità politiche lasciando il segno non solo nei sudditi che l’hanno amata, ma anche nella Storia. Una Storia che però la mostra seducente e capace da una parte, oppure macchiata dai crimini commessi da lei e dalla sua famiglia.

Una figura eclettica la sua, dibattuta, intrigante raccontata in modo interessante dallo scrittore Antonio De Cristofaro.

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment