HomeLe donne nella storiaLE DONNE NELLA STORIA: ANGELA BRIGID LANSBURY 

LE DONNE NELLA STORIA: ANGELA BRIGID LANSBURY 

LE DONNE NELLA STORIA: ANGELA BRIGID LANSBURY 

Segue dal 21 ottobre 2022

A causa dei lineamenti del suo viso, ma anche grazie alla sua versatilità, interpretò diversi ruoli che richiedeva età molto diverse tra loro, come la moglie di mezz’età in film in cui gli attori scelti per interpretare il marito erano molto più anziani di lei, oppure di madre di mezza età in film in cui gli attori che interpretavano i figli erano poco più giovani di lei, talvolta addirittura quasi coetanei.

In Peccatori senza peccato (1947) interpretò la perfida moglie di Walter Pidgeon, più anziano di lei di ventotto anni; nei I tre moschettieri (1948) fu Anna d’Austria, moglie del re Luigi XIII di Francia (Frank Morgan); in realtà lei aveva 23 anni, lui 58.

Nello stesso anno Frank Capra, su suggerimento di Katharine Hepburn (come ribadito dalla Lansbury in più occasioni), la scelse per il ruolo di una spietata direttrice di giornale che seduce Spencer Tracy nel film a sfondo politico Lo stato dell’Unione; a soli 23 anni interpretò una donna di circa quarant’anni. Nel 1961, in Blue Hawaii, interpretò il ruolo della madre di Elvis Presley, ma quest’ultimo era più giovane di lei di soli dieci anni. Nel 1962, nel film E il vento disperse la nebbia, interpretò la petulante e possessiva madre di Warren Beatty e Brandon De Wilde, i quali però erano più giovani della Lansbury di – rispettivamente – soli dodici e diciassette anni.

Sempre nel 1962, in Va’ e uccidi impersonò una madre maligna e manipolatrice che trasforma suo figlio (Laurence Harvey) in un assassino; nella realtà lei aveva 37 anni e Harvey 34.                  Questa interpretazione le fece guadagnare la terza candidatura al premio Oscar, il secondo Golden Globe, un National Board of Review (vinto anche per il già nominato E il vento disperse la nebbia) e una candidatura al Golden Laurel.                                      Inoltre, il personaggio interpretato dalla Lansbury in Va’ e uccidi è stato inserito al 21º posto della classifica stilata dall’American Film Institute sui 50 cattivi migliori del cinema americano.                            Da un’intervista con la CNN emerse che questo ruolo è stato più di ogni altro il preferito dalla Lansbury.

Nel 1965, nel film biografico Jean Harlow, la donna che non sapeva amare, interpretò invece l’amorevole madre di Carroll Baker, la quale era più giovane di lei di soli 6 anni.

Nel corso della sua carriera, ha recitato accanto a tre grandi nomi del cinema italiano: come antagonista di Sophia Loren nella commedia rosa Olimpya (1960) e come moglie di Vittorio De Sica e Raf Vallone, rispettivamente in Le avventure e gli amori di Moll Flanders e nel già nominato Jean Harlow, la donna che non sapeva amare, entrambi del 1965.

Nel 1980 interpretò Miss Marple (personaggio creato da Agatha Christie) in Assassinio allo specchio, dopo essere stata tra i protagonisti in Assassinio sul Nilo (1978), tratto da un giallo della Christie. Per il ruolo dell’alcolizzata scrittrice di romanzi rosa interpretato nel film, venne candidata ai premi BAFTA e vinse un National Board of Review come migliore attrice non protagonista,

Fine seconda parte

luciani.2006@libero.it

No Comments

Leave A Comment