Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeLe donne nella storiaLE DONNE NELLA STORIA: ANGELA MERKEL 

LE DONNE NELLA STORIA: ANGELA MERKEL 

LE DONNE NELLA STORIA: ANGELA MERKEL 

seconda parte – segue dall’8 ottobre 2021

Angela Merkel nel 2005 ottenne la nomination CDU/CSU come sfidante al cancelliere Gerhard Schröder del SPD alle elezioni federali di quell’anno. La campagna ebbe un contrattempo nella gaffe  in cui cadde Angela Merkel, che aveva dichiarato la sua competenza economica ma confuse il guadagno lordo con quello netto due volte in un dibattito televisivo. La perdita di “simpatie” fu aggravata dopo che Kirchhof (scelto come ministro delle finanze) propose l’introduzione di una flat tax in Germania, e dopo che la stessa Merkel propose di incrementare l’IVA per ridurre il deficit tedesco.

Le elezioni si conclusero con un testa a testa tra i due partiti contendenti, CDU/CSU che ottenne il 35,3% dei voti (CDU: 27,8%; CSU: 7,5%) e il SPD che conquistò il 34,2%, tant’è che   sia Schröder sia Merkel proclamarono la vittoria.

Dopo tre settimane di negoziati, i due partiti raggiunsero un accordo secondo cui Merkel sarebbe diventata Cancelliera, mentre il SPD avrebbe ottenuto 8 dei 16 ministeri.

Dopo il giuramento come Cancelliera la Mekel fece visita ai vari capi di stato europei ed nel suo primo discorso al popolo tedesco, il 30 novembre 2005, annunciò gli obiettivi per il rafforzamento dell’economia tedesca e la riduzione della disoccupazione, e che questo era l’argomento sul quale il suo governo avrebbe dovuto essere giudicato

Angela Merkel effettuò la sua prima visita nel Medio Oriente come Presidente del Consiglio Europeo il 1º aprile 2007.

La Merklel dopo la nomina a Cancelliera, nel corso degli anni, ha formato diversi Governi il quarto, ventiquattresimo governo della Germania, è entrato in carica dal 14 marzo 2018.

Il 29 ottobre dello stesso anno, dopo le sconfitte elettorali subita dalla Cdu in Assia e Baviera, annunciò che al Congresso della Cdu previsto per dicembre ad Amburgo non si sarebbe ricandidata alla presidenza del partito, chiarendo anche la propria indisponibilità a candidarsi, alle elezioni del 2021, per un quinto mandato come cancelliera, né per un seggio in Parlamento o un incarico a Bruxelles.

Come donna politica di un partito del centro destra e come scienziata, Angela Merkel è stata accostata a Margaret Thatcher, ex Primo Ministro Inglese, anche perché le due condividono la formazione scientifica e l’assumere il cognome del marito al posto del proprio. Angela Merkel è stata definita come “donna di ferro”. Ella è la prima donna Cancelliera, e la più giovane eletta del dopoguerra in Germania, la prima nata dopo la seconda guerra mondiale, la prima con studi accademici in scienze naturali, infine  Angela Merkel, è anche la prima Cancelliera proveniente dalla Germania Est (anche se nata ad Amburgo),

In sintesi la carriera politica di Angela Merkel

1989 Membro di “Risveglio Democratico” (Demokratischer Aufbruch)

aprile 1990 vice portavoce del governo della Germania Est

agosto 1990 membro dell’Unione Cristiano-Democratica Tedesca (CDU)

dicembre 1990 membro del parlamento tedesco (Bundestag)

candidato per il distretto di Stralsund

1991 – 1994 Ministro della Famiglia, Anziani, Donne e Gioventù

1994 – 1998 Ministro dell’Ambiente, Conservazione e Sicurezza Nucleare

1991 – 1998 Vicepresidente della CDU

1993 – 2000 Presidente della CDU Mecklenburg-Vorpommern

2000 – 2018 Presidente della CDU

dal 22 novembre 2005 – Cancelliera della Germania

Onorificenze ricevute

Onorificenze tedesche

1996 – Dama di Gran Croce al Merito Ordine al Merito di Germania

2008 – Dama di Gran Croce dell’Ordine al Merito di Germania

Onorificenze straniere

2006 – Dama di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana (Italia)

2007 – Ordine della Repubblica (Moldavia)

2007 – Membro di I classe dell’Ordine del Re Abd al-Aziz (Arabia Saudita)
2007 – Dama di Gran Croce dell’Ordine reale norvegese al merito (Norvegia)
2008 – Dama di Gran croce dell’Ordine del sole del Perù (Perù)
2009 – Dama di Gran croce dell’Ordine dell’Infante Dom Henrique (Portogallo)
2010 – Dama di I classe dell’Ordine della Stara Planina (Bulgaria)
2011 – Medaglia presidenziale della Libertà (Stati Uniti)
2014 – Medaglia presidenziale di distinzione (Israele)

2015 – Gran Decorazione d’Onore in Oro con Fascia dell’Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria)

2017 –  Dama di Gran Croce dell’Ordine di Vytautas il Grande (Lituania)

2019 –  Grand’ufficiale dell’Ordine delle Tre Stelle (Lettonia)

2019 – Membro di I classe dell’Ordine della Doppia croce bianca (Slovacchia)
2021 – Ordine per meriti eccezionali (Slovenia)

 

Ottavia Luciani

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment