Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeLe donne nella storiaLE DONNE NELLA STORIA: EMILY ELIZABETH DICKINSON 

LE DONNE NELLA STORIA: EMILY ELIZABETH DICKINSON 

LE DONNE NELLA STORIA: EMILY ELIZABETH DICKINSON 

Emily Elizabeth Dickinson nota come Emily Dickinson (Amherst10/12/1830 – Amherst15/05/1886) è stata una poetessa statunitense, considerata tra i maggiori lirici moderni.

Nacque nel 1830 ad Amherst da Edward Dickinson ed Emily Norcross, in una famiglia borghese di tradizioni puritane

Gli studi della Dickinson non furono regolari e le sue amicizie furono scarse. Durante gli anni delle scuole superiori decise, di sua spontanea volontà, di non professarsi pubblicamente cristiana, come invece prevedeva la moda dei revival religiosi dell’epoca, che, nei decenni 1840-50, si diffuse rapidamente nella regione occidentale del Massachusetts. Il padre stabilì di allontanarla dal College femminile di Mount Holyoke onde evitarle problemi di salute

Emily Dickinson scoprì il proprio interesse poetico proprio durante il periodo di revival religioso. Uno dei suoi biografi ha affermato che concepì l’idea di diventare poetessa avendo come riferimento – in termini biblici – la lotta di Giacobbe con l’angelo raffigurante Dio.

La sua religiosità è particolare e personale, a volte conflittuale e pessimista, come si nota nella lirica Apparently with No Surprise, in cui Dio e il problema del male, presente nel mondo e nella Natura, non riescono ad essere conciliati.

Emily Dickinson trascorse la maggior parte della propria vita nella casa dove era nata con rari intermezzi costituiti da visite ai parenti di Boston, di Cambridge e nel Connecticut. La giovane donna amava la natura, ma era ossessionata dalla morte. A partire dal 1865 iniziò a vestirsi solo di bianco, in segno di purezza, rifiutando il matrimonio.

Durante gli anni 1850, la relazione più forte e più affettuosa di Emily Dickinson era con sua cognata, Susan Gilbert: in tutta la sua vita le ha inviato oltre trecento lettere, più che a qualsiasi altro corrispondente. Molti studiosi interpretano la relazione tra Emily e Susan come una relazione romantica. Nel 1855 compì un viaggio a Washington e a Philadelphia, dove conobbe il reverendo Charles Wadsworth, del quale si innamorò. Il suo rimase un sentimento platonico (il pastore era già sposato e aveva dei figli) e la Dickinson gli dedicò dei suoi componimenti.

L’importanza della relazione di Dickinson con Susan è stata sminuita da Mabel Loomis Todd che ebbe una relazione con Austin Dickinson (fratello di Emily) , infatti nella prima raccolta di poesie dell’autrice, pubblicata nel 1890 da Thomas Wentworth Higginson e Mabel Loomis Todd, esse risultano modificate pesantemente nel contenuto. Un articolo del 1998 de New York Times ha rivelato che delle molte modifiche apportate al lavoro di Dickinson, il nome “Susan” è stato spesso deliberatamente rimosso. Almeno undici delle poesie di Dickinson sono state dedicate a Susan Gilbert, anche se tutte le dediche sono state cancellate, presumibilmente da Todd.

Una raccolta completa, e per lo più inalterata, delle sue poesie divenne disponibile per la prima volta quando lo studioso Thomas H. Johnson pubblicò The Poems of Emily Dickinson nel 1955.

 

Ottavia Luciani

 

Fine prima parte segue 18 marzo 2022

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment