Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLECCE: ALLE “VELE” SGOMBERATO APPARTAMENTO ABUSIVAMENTE OCCUPATO

LECCE: ALLE “VELE” SGOMBERATO APPARTAMENTO ABUSIVAMENTE OCCUPATO

LECCE: ALLE “VELE” SGOMBERATO APPARTAMENTO ABUSIVAMENTE OCCUPATO

In mattinata in Piazzale Siena, nella zona 167 di Lecce denominata “Le Vele”, si è tenuto il primo atto dettato dalla stretta sulle occupazioni abusive disposta dalla Prefettura di Lecce nei giorni scorsi. Non uno sgombero qualunque, ma una vera e propria azione “dimostrativa”, considerato che quell’alloggio al settimo piano era di fatto da tempo vuoto, perchè occupato anni fa senza alcun titolo da persona oggi in carcere al 41 Bis perchè ritenuto leader di un sodalizio mafioso dedito al traffico di droga.

A gennaio un blitz della squadra mobile della questura leccese, proprio in questo quartiere, aveva consentito di sgominare un gruppo criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti. Approfittando del fatto che i rispettivi capi della Scu fossero in cella, il gruppo aveva sgomitato per ritagliarsi una certa autonomia d’azione. Poco dopo le nove del mattino in Piazzale Siena sono sopraggiunte le pattuglie di polizia locale, carabinieri e polizia. La porta dell’abitazione abusivamente occupata è stata buttata a terra, dato che in casa non vi era nessuno. Dentro soltanto mobilia ed effetti personali, per i quali il Comitato per l’ordine e la sicurezza aveva già disposto lo sgombero immediato.

Sul posto, successivamente, sono poi arrivati l’anziano padre e la compagna dell’occupante, ma senza opporre alcuna resistenza a quanto stava accadendo, affiancati dall’ufficiale giudiziario, hanno partecipato al censimento degli arredi.

Questo è il primo di 56 alloggi Arca Sud da sgomberare a Lecce e che ad oggi risultano occupati abusivamente. Non tutti saranno sgomberati: la cabina di regia che si è insediata in Prefettura da due settimane sta valutando diversi casi critici, con minori e anziani che non possono essere lasciati in strada.

Lo sgombero di oggi lancia un messaggio forte e chiarola stretta, a tutela degli aventi diritto ad un alloggio popolare, da oggi non guarderà in faccia a nessuno.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment