Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomePoliticaLECCE: AMMINISTRATIVE 2017 – GRANDE INDECISIONE IN TUTTE LE PARTI IMPEGNATE

LECCE: AMMINISTRATIVE 2017 – GRANDE INDECISIONE IN TUTTE LE PARTI IMPEGNATE

LECCE: AMMINISTRATIVE 2017 – GRANDE INDECISIONE IN TUTTE LE PARTI IMPEGNATE

ALFREDO PRETE CCIA

Quando ormai i tempi cominciano a restringersi le opposte fazioni politiche che si batteranno per vincere le prossime amministrative per Lecce città sono ancora, malgrado le ampie smentite da una parte e dall’altra, in alto mare e non per piccoli dettagli ma, addirittura, sul nome da proporre, e quindi poi supportare, come candidato Sindaco della coalizione (ma con chi fare coalizione?).

Nel centro destra è proprio di queste ultime ore l’accordo stilato tra Forza Italia ed Area Popolare-NCD e si spera di ottenere anche l’appoggio dell’UDC, ma nulla trapela sul nome del candidato con un balletto che coinvolge almeno quattro/cinque nomi tra suggerimenti di parte e autocandidature.

Situazione non meno ingarbugliata, anzi forse più confusa, nel centro sinistra p meglio ancora all’interno del PD che tenta di fare da guida ma poi palesa tanti screzi in casa propria.

Qualche giorno addietro c’è stato il “non accetto, grazie” da parte di Saverio Sticchi Damiani, e nelle ultime ore c’è stato il “no, grazie” di Alfredo Prete. Proprio quest’ultima decisione potrebbe scatenare tutto il malumore interno nel PD perché la decisione del Presidente della Camera di Commercio pare sia maturata proprio per la non unanimità sulla scelta operata dal partito. In poche parole mentre il duo Piconese-Marra (area Emiliano) ha deciso in un modo (peraltro anche senza avvertire il Governatore della scelta fatta) abbastanza inproprio visto che hanno comunicato le proprie decisioni all’interessato prima ancora che agli alleati e, peraltro, senza neanche avvertire il Governatore. Ovvio lo scatenarsi di critiche sfociate, pare, in una lunga e agitata discussione dei due Segretari (Provinciale e Cittadino) con il consigliere regionale Abaterusso che avrebbe chiesto, se confermato il rifiuto di Prete, le dimissioni dei due dirigenti. Tutto questo mentre Blasi attende con pazienza con la sua proposta di primarie cui lui si candiderebbe in prima persona. Candidatura che farebbe anche Paolo Foresio come ha pubblicamente affermato.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment