Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeSportLECCE-ATALANTA COMMENTATA DAI DUE TECNICI

LECCE-ATALANTA COMMENTATA DAI DUE TECNICI

LECCE-ATALANTA COMMENTATA DAI DUE TECNICI

Il tecnico leccese, a conclusione della gara di oggi ha rilasciato la seguente intervista a commento della prova dei suoi contro una vera e propria macchina da gol come l’Atalanta

Il primo tempo è stato giocato alla pari, abbiamo recuperato due gol ed è una cosa difficile da fare contro una squadra come l’Atalanta. Avevamo preparato determinati accorgimenti tattici ma nel secondo tempo abbiamo regalato subito dei gol. I numeri dei gol subiti? Sono tanti, ma preferisco perdere così piuttosto che 1-0. I momenti della partita vanno gestiti, bisogna essere accorti ed equilibrati. Noi abbiamo delle qualità, ma non abbiamo la furbizia nel capire i momenti della gara. Dobbiamo essere più bravi a esaltare i pregi e nascondere i difetti. Cambia poco perdere 3-2 o 7-2. I tifosi a fine partita hanno avuto la maturità di capire chi siamo noi e cos’è l’Atalanta. Oggi abbiamo 25 punti e li abbiamo presi giocando a calcio. Non riusciremo mai a fare punti difendendoci e facendo il bunker, non abbiamo come costruzione la forza fisica per farlo. La rosa è abituata a fare un tipo di calcio. Per noi Saponara equivale a un giocatore come Ilicic e Gomez. Il mio pensiero sul rinvio delle partite? Ci sono delle priorità in questo paese, il Governo ha deciso di giocare a porte chiuse in certi ambienti, dopodiché sono arrivate decisioni per tempi e modi non adeguate al calcio. La Lega è garante di 20 squadre, se si decide di non giocare 5-6 partite la cosa più lineare è slittare il turno. E’ evidente che il 13 maggio ci sono meno partite vere, perché è evidente che le squadre possono avere meno obiettivi. A livello di legge, la Lega ha ufficializzato la data il 13 maggio e questo mi sembra un pochino assurdo. Abbiamo fatto tanto per dire che il calcio è bello e vero, andare a prendere una decisione non lineare per tutte e 20 le squadre non è stata una scelta giusta“.

 

Gian Piero Gasperini al termine di Lecce-Atalanta, Di seguito le dichiarazioni del tecnico della squadra bergamasca.

“I numeri dell’attacco ci inorgogliscono, anche se ogni tanto riusciamo a riaprire che sembrano chiuse come è successo oggi. Però abbiamo avuto la capacità di mettere la palla al centro e di saper ripartire, imponendo il nostro gioco. Il 3-2 è stato frutto di una giocata straordinaria tra Ilicic e Gomez. La squadra ha fatto un grande secondo tempo, giocando bene. Anche i giocatori che ho inserito nel secondo tempo avevano voglia di segnare e fare bene, anche da queste motivazioni nascono dei risultati così ampi. Venire a vincere a Lecce non era sicuramente facile, il Lecce è una squadra in un ottimo momento che aveva fatto bene nelle ultime partite contro avversari importanti. Questa prestazione ci dà forza in ottica campionato, vogliamo consolidare la nostra posizione in zona Champions League. I gol subiti? Mettiamo tutto in preventivo, quando siamo in vantaggio però siamo un po’ distratti. Questo un po’ lo paghiamo, quando crediamo di poter addormentare una partita e magari c’è ancora tanto da giocare andiamo un po’ in difficoltà. Di contro però abbiamo la capacità di ripartire sempre dalle nostre certezze mettendoci alle spalle i momenti difficili della partita. Lo scudetto? Forse perdiamo qualche partita di troppo per poterci giocare la vittoria del campionato. Ogni anno cerco di portare la squadra un po’ più su, siamo passati dal quarto al terzo posto negli ultimi anni, quest’anno ci stiamo ripetendo in zona Champions. Per vincere il campionato servono almeno 85-90 punti, il nostro target invece si è attestato a 70 negli ultimi anni. Squadre come Inter, Juventus e Lazio hanno una continuità decisamente superiore alla nostra. Muriel? Quando sei in vantaggio è un giocatore micidiale perché sa giocare negli spazi, quando parte in contropiede ti ammazza“.

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment