Lecceoggi.com - Attualità, cronaca e curiosità in tempo reale dalla provincia di Lecce.
HomeCronaca e AttualitàLECCE: CHIUDE L’UNICO HOTEL COVID DELLA PROVINCIA

LECCE: CHIUDE L’UNICO HOTEL COVID DELLA PROVINCIA

LECCE: CHIUDE L’UNICO HOTEL COVID DELLA PROVINCIA

L’Hotel Zenit chiude per mancanza di richieste, ma il proprietario non ci sta: “ricevo tante chiamate da persone positive”

«Sono il proprietario e gestore dell’Hotel Zenit Salento a Lecce, l’albergo diventato Covid hotel nello scorso novembre. A partire dal 13 gennaio la Protezione Civile ha disdetto il servizio per mancanza di richieste da parte dell’Asl di Lecce. Da quando è stato attivato il Covid Hotel, l’unico nella provincia di Lecce, l’Asl ha mandato solo 5 persone. Da circa 3 settimane non abbiamo nessun ospite. Purtroppo non credo che questa situazione sia dovuta ad una diminuzione dei casi nella Provincia di Lecce, i numeri giornalieri dei positivi sono sotto gli occhi di tutti. Da quando è stato attivato il servizio ho ricevuto personalmente molte chiamate di persone che avevano bisogno di auto isolarsi presso il mio Hotel perché non erano nelle condizioni di farlo a casa propria, purtroppo non sono io che decido chi ospitare».

Così la lettera indirizzata agli organi di stampa da Giacomo Carlesi, Amministratore Unico della Comfort Srl, la società proprietaria dello Zenit. La disponibilità data secondo il Carlesi è stata tradita o quanto meno non ricambiata da parte delle istituzioni preposte, quelle istituzioni che avrebbero dovuto indirizzare nella sua struttura chi aveva bisogno di auto-isolarsi in quanto positivo al Covid, ma in buone condizioni di salute.

Il Carlesi conclude precisando:  «Ci tengo a precisare che L’Hotel Zenit da quando è stato costruito e avviato dalla mia famiglia nel 1986, non ha mai chiuso neanche per un giorno, siamo rimasti aperti anche durante il primo lockdown di Marzo – Maggio, perché avevamo comunque delle convenzioni con aziende fidelizzate che ci permettevano di coprire i costi, e volevamo garantire un servizio a delle persone in difficoltà che non riuscivano a rientrare nella propria casa. La mia decisione di sospendere l’attività e diventare Covid Hotel non è stata dunque presa per ragioni economiche, ma per aiutare concretamente la mia città. Vorrei fare un appello tramite il vostro giornale affinché si faccia chiarezza su quale sia esattamente la procedura di accettazione e le persone sappiano chi chiamare all’Asl di Lecce per poter usufruire di questo servizio».

 

Condividi con:

redazione.lecceoggi@gmail.com

No Comments

Leave A Comment